IL GIOCO DELL’HOCKEY SU PRATO

L’hockey su prato ha origini molto antiche, si pensa che i primi a praticarlo furono i Persiani. E’ uno sport di squadra che si gioca sia su campi in erba naturale che su superfici sintetiche. I giocatori usano bastoni ricurvi in legno o materiali simili, con l’obiettivo di mandare una palla di piccole dimensioni nella porta avversaria, difesa da un portiere. Le porte sono larghe 3,66 metri e alte 2,14 metri.
Le squadre under 14 giocano in sette giocatori, compreso il portiere, su un campo rettangolare lungo 55 metri e largo 45. L’area di tiro è un semicerchio di 14,63m.
La pallina, di circa 7cm di diametro e di circa 160g di peso, si può colpire o bloccare solo con la parte piatta del bastone. Non si può alzare la palla verso un avversario, è vietato alzare la mazza sopra le spalle. E’ proibito toccare la pallina con qualsiasi parte del corpo, solo il portiere può farlo all’interno della sua area. Nell’hockey non esiste il fuori gioco, per cui un attaccante può fare regolarmente goal se si trova davanti al portiere e riceve la palla, senza avere un altro avversario davanti a sé.

NICODEMO ZICCARDI CLASSE PRIMA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone