IC Sinopoli Roma

Docenti responsabili Chiara Gurrieri, Massimiliano Iannitti, Patrizia Dorigo

L’ ITALIA NELLA MORSA DEL GELO

La prima settimana di gennaio, dal punto di vista meteorologico, è stata devastante per tutta l’Italia, a partire dal settore orientale. Infatti il 7 gennaio è nevicato nel Sud e nel Centro Italia, soprattutto lungo la costa adriatica, in particolare in Abruzzo, Molise e Puglia. Le regioni del Sud sono state colpite anche da venti molto forti. In Puglia si sono creati molti disagi: le scuole sono rimaste chiuse perché nelle zone del Sud è rarissimo che nevichi con tale intensità e quindi i comuni non sono preparati per questa eventualità.
Tuttavia molti erano i paesaggi che apparivano suggestivi tra i quali le spiagge del Salento con la neve ed i trulli di Alberobello imbiancati. Tale grave situazione ha causato purtroppo diverse vittime, in tutto sette: a Latina, Altamura, Avellino, Messina, Milano e Firenze. Nei giorni successivi arriverà una nuova perturbazione con un’ ondata di aria artica e la neve potrebbe cadere anche nella capitale. Queste temperature hanno creato problemi anche a tutte le città metropolitane come Milano e Venezia. In particolare, il 13 gennaio, a Milano si è verificato un fenomeno molto strano:il “gelicidio”, cioè la trasformazione della pioggia in ghiaccio nel momento in cui viene in contatto con il terreno. Questo fenomeno ha messo a disagio tutti i cittadini milanesi ed infatti sono stati segnalati molti infortuni a seguito di cadute in tutta la città ed in tantissimi comuni della provincia. Migliaia sono le persone che sono dovute ricorrere a cure mediche negli ospedali. Nelle città numerosi mezzi comunali hanno sparso il sale su tutte le strade urbane ed extraurbane. Sono previste condizioni di gelo e neve anche in Sardegna ed in Puglia. A Venezia c’è stata la prima acqua alta del 2017, che ha causato parecchi problemi: l’ acqua è arrivata ad un’ altezza di 103 centimetri e piazza San Marco è stata completamente allagata. La marea è stata provocata da una “saccatura” proveniente da Nord-Ovest, che ha causato un rapido abbassamento di pressione a Venezia e forti venti di scirocco nel basso e medio Adriatico. Le previsioni del meteo prevedono un’ ulteriore ondata di gelo che interesserà l’ intero territorio nazionale per tutto il mese di gennaio.

GIULIA FORNELLI CLASSE SECONDA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dalla redazione: