IC Sinopoli Roma

Docenti responsabili Chiara Gurrieri, Massimiliano Iannitti, Patrizia Dorigo

UNA VITA PASSATA NELLE SCUOLE: INTERVISTA ALLA PRESIDE DELL’ISTITUTO “SINOPOLI FERRINI”, PROF. MARINA ESTERINI

La professoressa Marina Esterini da quest’anno è la nuova Dirigente Scolastica del nostro Istituto Comprensivo Sinopoli Ferrini. Noi alunni della prima A l’abbiamo invitata nella nostra aula per intervistarla, giovedì 3 novembre.
Quando è entrata, la Preside ha fatto una piccola introduzione: “Ragazzi”, ha detto, “mi raccomando: nella vita è molto importante studiare senza mai smettere!!!”
Le abbiamo posto una lunga serie di domande alle quali, molto gentilmente, con grande pazienza e disponibilità, ha risposto. Eccole di seguito.
-Come si sente ad essere Preside?
-Mi sento benissimo, era un mio desiderio.
-Com’è gestire un grande scuola come la Sinopoli?
-Gestire una scuola così grande è molto faticoso ed impegnativo, perché siete circa 1500 fra bambini e ragazzi!
-Che cosa ne pensa dei professori?
-Secondo me i professori della nostra scuola sono molto preparati: per insegnare bisogna sapere, più si sa, meglio è! Sono simpatici e sorridono sempre: questa è una delle cose più importanti!
-E’ molto difficile e faticoso gestire varie scuole contemporaneamente?
-Sì, è molto difficile, gestisco varie scuole…anche se quest’ anno avrei voluto lasciare parte dei miei impegni, ma sono rimasta per concludere bene tutto il mio lavoro.
-Che ruolo ricopriva prima di essere Preside?
-Prima di superare l’esame per diventare Preside, ero professoressa di lettere.
-Le piace che i ragazzi la intervistino?
-Sì, molto, sono davvero onorata di essere stata invitata qui nella vostra aula, grazie. Mi piace stare in classe e mi piace molto interrogare in storia.
-Le piace questa scuola?
-Sì, mi piace la scuola, il quartiere in cui è situata ed i vari indirizzi proposti, tutti, giornalismo, teatro,latino, sport ed in particolare musica.
-Entrata in questa scuola, qual è stato il suo primo impatto?
-Il mio primo impatto è stato positivo sia con i docenti, come ho detto prima sempre sorridenti, sia con i ragazzi, molto accoglienti.
-Si è ambientata bene in questa scuola, cosa ne pensa dei ragazzi?
-Mi sono ambientata bene ed i ragazzi sono molto educati: non ci sono stati problemi, fino ad oggi.
-Che cosa pensa dei vari concorsi ed attività a cui partecipano gli alunni della nostra scuola?
-Sono favorevole ma credo che bisogna selezionare quelli più educativi, per non far scordare ai ragazzi che la scuola è prima di tutto studio, serietà ed impegno.
-Le piace che un’ ora a settimana i ragazzi di alcune classi lavorino al giornalino della scuola?
-Sì, lo trovo utile per farvi esercitare a scrivere correttamente in italiano e farvi imparare a strutturare un articolo.
Una nostra compagna poi ha rivolto alla Preside una domanda originale, che vogliamo di seguito riportare.
-Cosa bisogna fare per aprire un chiosco all’ interno della scuola?
-Nelle scuole superiori è semplice aprire un punto di ristorazione, mentre alle medie si possono installare solo i distributori automatici.
Questa era l’ultima domanda della nostra intervista; essendo la Preside molto impegnata, La ringraziamo tantissimo per averci dedicato il suo tempo prezioso e per aver risposto alle nostre domande. La Dirigente infatti si occupa del nostro Istituto Comprensivo Sinopoli Ferrini, che è costituito da 1470 alunni, divisi su due sedi: non è facile gestire due scuole distanti l’ una dall’altra. Continua inoltre ad occuparsi dell’Istituto Comprensivo Renato Fucini, con circa 1000 alunni.
Durante l’incontro, la Preside è stata simpatica e divertente e ci ha interessato molto con le Sue risposte: per questo vorremmo avere l’ opportunità di intervistarla nuovamente, per conoscere meglio le esperienze passate nelle altre scuole. In un’altra occasione, che speriamo si presenti presto, ci piacerebbe chiederLe di raccontarci i momenti più divertenti trascorsi negli altri istituti.

CLASSE PRIMA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dalla redazione: