Istituto Asisium di Roma

Docente responsabile Anna Minghetti

Romics, cosplayer e fumetti

Roma – Dal 6 al 9 aprile 2017 si terrà la XXI edizione del Romics la fiera dedicata al fumetto dove migliaia di appassionati di fumetti, videogiochi, film e cosplay potranno godere del vasto programma d’intrattenimento.

Nella precedente edizione sono stati 200.000 i visitatori che sono stati intrattenuti dai vari ospiti tra i quali: Tetsuo Shimaguchi, coreografo di Kill Bill , Gabriele Dell’Otto David Lopez e molti altri. Diverse le iniziative organizzate come gli eventi con gli Youtuber, eventi videoludici competitivi, giochi di ruolo, giochi da tavolo e soprattutto la presenza di numerosi Cosplayer che creano e indossano i costumi dei loro personaggi preferiti.

Anche quest’anno ci saranno numerosi ospiti, tanti contest e l’attrazione principale i Cosplayer, provenienti da tutt’ Italia che indosseranno i loro costumi e interpreteranno i personaggi, che attireranno molti visitatori che chiederanno foto o semplicemente converseranno con loro.

Il Romics non è solo un evento ricreativo ma un luogo dove poter fare amicizia e conoscere persone nuove, è un “evento sociale” a tutti gli effetti, infatti molti ragazzi e ragazze partecipano per dare anche un semplice abbraccio agli sconosciuti, con dei cartelli simbolici con scritto “Free hugs”.

Ognuno può essere quello che vuole, trasformarsi nel personaggio che si ama o incontrarlo nei padiglioni della fiera. Ogni padiglione contiene tanti Stand con esposti fumetti, videogiochi, gadgets, e peluches. Chi possiede un negozio nel campo del fumetto può contattare l’organizzazione per e-mail o per telefono fisso allo scopo di avere un proprio Stand nella fiera.

Il Festival del fumetto sarà aperto dalle 10 alle 20. Chiunque può partecipare senza limiti d’età e di difficoltà fisiche, infatti il Romics possiede le rampe e gli ascensori per le persone invalide. La fiera offre una grande varietà di cibi: dai panini alle classiche prelibatezze orientali.

Alla fine i cosplayer potranno partecipare a contest per il miglior costume e interpretazione, in gruppo, in singolo o in coppia per vincere premi e viaggi. La maggior parte di loro preferisce però girare per la fiera e scherzare con i visitatori e conoscerli. Giungono anche fotografi intenti a rubare qualche scatto ai cosplayer e dare soddisfazione a questi ultimi.

di Sabrina Cello

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dalla redazione: