È SEMPLICEMENTE DESTINO

Mia madre, quando ero piccola, e avevo paura delle scuole medie, mi raccontava tutte le sue avventure e a me piaceva molto ascoltarla, perché mi rasserenava. Un giorno, un po’ prima di Carnevale, mia madre mi disse che ero invitata ad una festa in maschera dove c’era una sua compagna delle scuole medie con i suoi figli. Ero felice di conoscere una delle sue amiche di cui mi parlava tanto e anche di conoscere i suoi figli. Quando arrivai, mia madre si soffermò a parlare con questa sua amica ed io ero sola, ad un certo punto la mia mamma mi presentò la figlia della sua amica con cui avrei potuto parlare. Ci presentammo e mi disse il suo nome: Suami. Mi sembrava un nome molto originale, mi piaceva, diventammo molto amiche, lei era un po’ più grande di me, di un anno circa, ma comunque questo particolare non ci aveva dato problemi. Dopo quella festa non ci frequentammo più, lei aveva già cominciato le scuole medie e non mi parlava più, non avevamo mai l’occasione di incontrarci e questo mi dispiaceva, soprattutto perché era molto dolce. L’anno successivo cominciai anche io le scuole medie, la vedevo all’entrata e all’uscita, ma andavamo così di fretta che era quasi impossibile parlarci. Poi un giorno presi il mio cellulare e vidi un messaggio, era di Suami: ero felicissima, mi chiedeva se stavo bene e come andava a scuola, le risposi che andava tutto bene e che lei mi mancava e che volevo rivederla. Anche lei pensava la stessa cosa, le mancavo da morire e voleva assolutamente rivedermi. Una mattina, una delle mie amiche di danza, mi disse che ero invitata al suo compleanno, scoprii che a quella festa era stata invitata anche Suami , mi scoppiò il cuore, prima della festa ci contattavamo quasi ogni giorno. Arrivata la festa, ero felicissima, stetti tutto il tempo con lei, poi ci facemmo tantissime foto ricordo assieme. Quando finì la festa ero tristissima. Ogni mattina io e Suami a scuola ci abbracciavamo, e almeno qualche secondo al giorno potevamo stare assieme. Un pomeriggio Suami mi scrisse che potevo andare a casa sua, così saremmo state insieme e senza pensarci un secondo, accettai. Arrivò quel pomeriggio, Suami mi accolse in un modo fantastico, ovviamente le nostre mamme rimasero a parlare. Suami mi abbracciò e mi disse che era una bella coincidenza il fatto che le nostre mamme si conoscessero fin dalle medie e che anche noi, a distanza di tempo eravamo diventate amiche. Io sorrisi e le risposi che non la considerava una coincidenza ma semplicemente DESTINO! Lei mi abbracciò e da allora io e Suami siamo amiche per la pelle. Sarà grazie alle nostre mamme, o forse sarà semplicemente destino?

CAROLA PERNA 1aL

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone