ISISS Giordano di Venafro (IS)

Docente responsabile: Marco Fusco; Referente: Professoressa Bianca Buondonno; Direttore Responsabile: Silvio Valentino; Direttori Editoriali: Antonietta D'Appollonio, Federico Colozza; Capo Redattore: Alex Arcaro; Vice Direttore: Luca Scardino; Vice Capo Redattore: Rocco Di Mambro; Grafici: Teresa Marino, Antonella Papa, Martina Bucci; Responsabile Fotografo: Gianmaria Parisi; Responsabile Video: Attilio Del Corpo; Ricerca Web: Carmen Cimino, Francesca Cambio; Giornalisti: Fabrizio Baccaro, Marco Borrelli, Giuseppe Ferri, Cristiano Minicucci, Giancarlo Iadicola, Aldo Mascio, Gianmarco Ottaviano, Mario Rascato, Marialaura Esposito.

Alla chiesa dell’Annunziata, dopo il restauro i ragazzi del Giordano

di Antonietta D’Appolonio (ISISS A. Giordano, Venafro)

I primi ad entrare nella Chiesa dell’Annunziata di Venafro,dopo l’ultima azione di restauro, sono stati gli alunni dellI.S.I.S.S. Antonio Giordano. Pochi giorni fa infatti, proprio nel suo interno è stata girata una video-ripresa inserita nel Tg del Giordano che i ragazzi hanno presentato in anteprima assoluta durante la Notte bianca dell’Istituto. Il connubio tra passione per la storia e amore per la propria città li ha guidati nella realizzazione di un progetto del tutto nuovo in ambito territoriale. Un’equipe di fotografi e grafici hanno lavorato insieme agli studenti che si sono dimostrati conoscitori di uno dei monumenti più importanti della rinomata città dell’olio. La Chiesa dell’Annunziata, il cui atto di fondazione risalente al 1 Gennaio 1386 fu stipulato da 7 confratelli della confraternita dei flagellanti è un luogo di prestigio culturale dove poter ammirare affreschi di Paolo Sperduti e dipinti di Giacinto Diano. Situata nel centro di Venafro, con la sua cupola che è un punto di riferimento per orientarsi tra vicoli e scorci è stata ed è tuttora oggetto di studi da parte di tutti quelli che hanno intenzione di approfondire la conoscenza delle bellezze del proprio territorio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone