LA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CASAMASSIMA. LA PAROLA AL SINDACO

Io sono una piccola cittadina di Casamassima, un paese in provincia di Bari e uno dei maggiori problemi del mio paese e non solo, è quello relativo ai rifiuti. Il metodo più efficace sarebbe fare la raccolta differenziata che separa i rifiuti in base al tipo di materiale di cui sono composti (carta, vetro, plastica, ecc.).

La raccolta differenziata nel nostro paese sarebbe dovuta iniziare il 1° novembre, ma è stata rimandata e siamo arrivati a febbraio prima che si potesse cominciare. Di questo progetto se ne occupa AroBa5, un’organizzazione che provvede alla raccolta ottimale dei rifiuti dei comuni di Casamassima, Gioia del Colle, Sammichele di Bari, Acquaviva delle Fonti, Turi e Adelfia. La raccolta differenziata è slittata sia per il cambio dell’azienda raccoglitrice, dall’Ecologica Pugliese alla Cogeir, e sia per l’indisponibilità degli impianti di compostaggio per ospitare la frazione organica.

Il Sindaco, il dott. Vito Cessa, non è soddisfatto, perché a causa di queste problematiche, la raccolta differenziata non è partita con il piede giusto e sebbene molti casamassimesi rispettano e rispetteranno la raccolta differenziata, molti altri non la seguono e si dubita che la seguiranno in modo corretto. I cittadini sono stati adeguatamente informati, infatti insieme ai contenitori è stato consegnato un apposito libretto informativo che tutti dovremmo consultare e mettere in pratica. Io penso che sia un segno di grande civiltà cominciare a raccogliere i rifiuti differenziandoli, perché altrimenti noi giovani rischiamo di diventare adulti sommersi dalle discariche.

Ornella Monfreda 1L

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone