Parafrasando Foscolo, scrivo una lettera d’amore

Ore 8.00 di un martedì di Gennaio. In classe leggiamo le lettere d’amore di Ugo Foscolo. Come non sentirci tutti ispirati, io e i miei compagni?
Con la testa a forma di cuore abbiamo scritto le nostre lettere d’amore.
Ecco la mia:
“Io ti ricordo così, con le tue mani fredde ad accarezzarmi il volto, il tuo sorriso e sopratutto la tua risata. Eri l’unica cosa che mi rendeva felice, mi facevi sentire una persona migliore. Adesso sei solo un ricordo che torna dal passato, che a volte viene a tormentarmi. Mi fa star male. Devo andare avanti, però, accettare la cosa. Ma il tempo mi aiuterà. Lo spero.
E tu come, mi ricordi?”

Uno studente del 4D

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone