Il canottaggio:uno sport fondato sull’allenamento costante

di Rocco Di Mambro(ISISS A. Giordano,Venafro)

Il canottaggio è un’attività sportiva che consiste nel muovere un’imbarcazione dotata di remi sfruttando la forza fisica e mentale dei vogatori.Oggi il canottaggio è governato dalla FISA, fondata il 25 giugno 1892 a Torino, che organizza i Campionati del mondo dal 1962.Tuttavia in Italia è più conosciuta la FIC (“Federazione Italiana Canottaggio “) fondata nel 1888 e che oggi organizza e soprattutto gestisce la maggior parte degli avvenimenti sportivi nel territorio. Il canottaggio è uno sport di velocità e resistenza che utilizza delle barche dalla forma estremamente affusolata, nella quale gli atleti siedono su seggiolini mobili (chiamati “carrelli”), scorrevoli o fissi orientati verso poppa, e usano dei remi per far muovere l’imbarcazione. Questo sport può essere praticato su fiumi, laghi o sul mare.Il canottaggio è uno sport svolto in mare in un determinato percorso chiamato campo di regata.Il campo di regata cambia lunghezza in base alla categoria, ed è largo in modo da garantire 15 m di distanza tra una corsia e l’altra.Per praticare questo sport c’ è bisogno di molta tecnica e dedizione allo sport.L’allenamento a livello agonistico si svolge sia su uno specchio d’acqua che in palestra.Oltre ai pesi e agli attrezzi utilizzati per aumentare massa muscolare e forza, un pezzo dell’equipaggiamento comunemente usato per gli allenamenti a secco è il remoergometro, divenuto popolare anche al di fuori di questo sport.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone