21 marzo: lotta contro la mafia

di Marialaura Esposito, Carmen Cimino, Martina Bucci (ISISS A. Giordano, Venafro)

In occasione della ”Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, celebrata il 21 marzo di ogni anno, la Camera ha approvato con gran successo 418 voti a favore e nessun contrario. Gli istituti scolastici di ogni grado propongono, in ambito della propria autonomia e competenza, iniziative riguardanti la sensibilizzazione sul valore storico, istituzionale e sociale delle lotte contro la mafia e sul ricordo delle vittime. Questa giornata ha lo scopo di custodire e stabilire una memoria storica a favore delle istituzioni democratiche. Vengono organizzate manifestazioni pubbliche al fine di portare alla memoria delle nuove generazioni tali problematiche. Dal 1996, in ogni città diversa , viene presentato un elenco di circa novecento vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un’emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Per questo motivo è un dovere civile ricordarli tutti. Per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell’Italia intera.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone