Bari, ciclisti e padroni di cani sotto gli occhi dei vigili urbani

Tolleranza zero anche nei confronti dei proprietari dei cani: già 37 verbali da 300 euro per non aver raccolto con paletta e sacchetto gli escrementi. In 41 sono stati multati perché i loro animali erano senza guinzaglio.

Il codice della strada viene rispettato da tutti gli autisti di macchine carri motociclette ed ecc.. e per chi non lo rispetta c’è una giusta precauzione, d’adesso a Bari vengono presi di mira anche i ciclisti che anche con una sola effrazione del codice vengono multati, “Si tratta di un numero esiguo di multe ma che facciamo sempre nel corso dei controlli su strada – spiega il comandante della polizia municipale Nicola Marzulli. Fin ora le sanzioni riguardano violazioni differenti: solo in due casi è stato contestato il passaggio con il semaforo rosso, ovvero una multa da 163 euro, mentre i rimanenti sette episodi riguardano altri comportamenti. Il 20 febbraio, per esempio, i vigili hanno fermato una bicicletta per “omessa segnalazione di inversione di marcia”, si legge nel verbale, e l’incauta manovra è costata al ciclista una multa da 41 euro. Stessa cifra per il cittadino beccato a pedalare sul marciapiede tra i pedoni lo scorso 4 marzo.Ma non si fermano solo alle bici perchè bensi hanno multato padroni di cani che non raccoglievano i bisogni o che lasciavano liberi i propri cani o peggio li abbandonavano.

Così sono circa 413 dall’inizio dell’anno a oggi le multe fatte dalle squadre in borghese della polizia municipale che si aggirano tra le strade dei quartieri a caccia dei baresi che violano l’ordinanza sindacale sui rifiuti. Non rispettano gli orari previsti per gettare l’immondizia (i sacchetti di indifferenziato si possono gettare solo dopo le 12.30 ), non fanno la raccolta differenziata e riempiono i bidoni di domenica nonostante sia vietato conferire l’indifferenziato durante i giorni festivi a causa della chiusura delle discariche. Così in 413 in appena due mesi e mezzo sono stati sanzionati con 100 euro.

Affermano che da febbraio,  è stata messa in piedi all’interno della polizia municipale una speciale task force dedicata al controllo dei padroni di Fido. I vigili in borghese, che almeno per ora si sono concentrati sul quartiere Libertà di Bari, hanno seguito e sorpreso durante le passeggiate mattutine 37 incivili: sono stati multati con 300 euro per non aver raccolto con paletta e sacchetto gli escrementi dei propri cani. Non solo. Sono stati 41 i padroni multati per aver lasciato liberi pitbull, pastori tedeschi e chiwawa: tante le multe per i cani trovati senza guinzaglio per strada. I controlli dei vigili, estesi all’iscrizione all’anagrafe canina, hanno prodotto anche 37 multe per omessa presentazione dei dati e la mancata iscrizione all’anagrafe canina.

 

Di Francesco Donnini

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone