Liceo Artistico Ripetta di Roma

Roma una città ricca di storia e sporcizia

La capitale si trova a dover affrontare un grave problema riguardante i rifiuti .

Roma la città eterna, così chiamata per via della sua maestosità culturale che attira da sempre turisti provenienti da tutto il mondo per visitarla . Negli ultimi anni però si sono riscontrati problemi riguardanti la mancanza di fondi ,che non permettono l’adeguato mantenimento dei monumenti e delle antiche strade che caratterizzano la città, per i quali deve la sua grande fama. Non a caso girando per Roma si può notare sin da subito che svariate zone sono invase dalla sporcizia, abbandonate a se stesse senza il minimo interesse sia da parte del comune che dei cittadini stessi. Ci sono parti della capitale come il centro storico pieno di monumenti aperti al pubblico che non vengono trattati con il dovuto riguardo, uno degli esempi più evidenti di questo stato di degrado è il Foro romano, dove moltissimi visitatori, italiani e stranieri, passando lasciano cartacce, mozziconi di sigarette, gomme da masticare etc… Questa persistente incuranza la si può notare anche in altre zone della città dove c’è un continuo via vai di gente, che ogni giorno utilizza le fermate della metropolitana oppure le stazioni ferroviarie come quella a Termini o a Tiburtina. Girando per questi luoghi si può, infatti , notare che i cassonetti presenti sono praticamente inutili visto che la maggior parte delle persone usa buttare i rifiuti dove capita non preoccupandosi minimamente della sporcizia che si accumula sempre più. Il problema però non sono solamente i cittadini, che così facendo dimostrano il poco rispetto che hanno della propria città ma, anche il comune che non se ne occupa come dovrebbe. Infatti il servizio di gestione di rifiuti non funziona a dovere, per questo motivo il nuovo sindaco Raggi ha affermato di voler prendere dei provvedimenti al riguardo, iniziando dal quartiere di Tor Bella Monaca fino ad arrivare anche agli altri.

di Alice Pozzi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone