A Termoli impiantato “L’orto delle notizie”

Primo Comitato di Redazione

Grande idea quella dell’ “Orto delle notizie” : invitare tutti gli alunni del nostro Istituto, la Scuola Secondaria di I grado “Bernacchia-Brigida” di Termoli, a creare una vera e propria redazione giornalistica junior. Ieri primo incontro in presenza della redazione, che funzionerà collaborando online attraverso la piattaforma Edmodo.

I ragazzi interessati si sono incontrati per organizzarsi e decidere le modalità per apprendere le tecniche della scrittura giornalistica e per riflettere sui temi più importanti e interessanti per gli adolescenti di oggi. L’Agenzia DIRE e in particolare l’iniziativa LA SCUOLA FA NOTIZIA ci faranno da qualificato riferimento. Il coordinatore del progetto, Professor Corradi e gli alunni si sono confrontati per organizzare la redazione e su un primo argomento di scottante attualità come il bullismo.

 I fenomeni del bullismo e del cyberbullismo sono in crescita tra gli adolescenti e hanno un impatto devastante sulla vita quotidiana dei ragazzi, con gravi conseguenze psicologiche a breve e a lungo termine. Le prevaricazioni da parte dei bulli provocano nelle vittime crisi di pianto, autolesionismo, disturbi alimentari e profonda sofferenza. In alcuni casi estremi, la vittima di atti di bullismo arriva al suicidio, come dimostrano alcuni tragici fatti di cronaca.

Scrivere è forse il modo migliore per diventare più sensibili e attenti nei confronti degli altri, perché la scrittura costringe ciascuno a pensare, a fare autocritica, a mettersi in discussione. Chi scrive con passione ed entusiasmo deve per forza fermarsi a riflettere su quello che scrive, su come lo scrive, sulle emozioni che deve trasmettere. Il giornale online, che i ragazzi delle scuole medie di Termoli intendono creare, tratterà vari temi interessanti e utili per i ragazzi della nostra età: l’orientamento per le scuole superiori, le attività da svolgere, lo sport, l’arte, l’attualità. Gli alunni proveranno a diventare giornalisti per imparare a scrivere meglio e con più chiarezza, per comunicare, per informare, per riflettere e far riflettere.

Francesca Cariello, II A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone