ER CIRCEO

ERO STANCO E AFFATICATO

ME SO SEDUTO E NNAMORATO

DE QUER TRAMONTO ARANCIO ROSSO.

ALLA MIA DESTRA ER MARE MOSSO

ALLA MIA SINISTRA CALMO

I PAESI GROSSI QUANTO N’PALMO

I MOVIMENTI STANCHI

I RUMORI RILASSANTI

AR MIO ORIENTE OSTIA

AR MIO OCCIDENTE SPERLONGA

SCESO DA STA COLLINA

PICCOLINA

IL MARE LEGIADRO

E IO L’HO RUBATO COME N’LADRO

CO NA BOTTIJA N’HO PRESO NA QUANTITA’

PE A CASA FAMME SOGNA’

SO STUPITO

QUASI COME N’MITO

CHE SE AVVERA

IN UNA SEMPLICE SERA

ER SOFFIO DER PONENTINO

CHE N’AIUTINO

NUN ME LO DA

PE STO SPETTACOLO NUN DIMENTICA’

 

Vittorio Di Vincenzo 2B secondaria Istituto Comprensivo Alberto Sordi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone