Intervista sul rapporto genitore-figlio rispetto al cambiamento generazionale

Intervistato un papà al centro del periodo adolescenziale del ragazzo.

-Cosa crede riguardo al maltrattamento su un figlio ?
-” Credo che quando esistono casi di maltrattamenti in famiglia su minori questi siano frutto di una mancanza di comunicazione e di educazione ricevuta da i genitori dove la stessa comunicazione é sempre mancata. ”
-Quale metodo usa per educare suo figlio quando questo non lo ascolta ?
-” Provo a parlare è ragionare con lui anche perché magari potrei essere io in errore. ”
-La tecnica di suo padre riguardo l’arte della vita é differente, considerando il cambiamento d’epoca, da quella che lei usa con suo figlio ?
-” Sì sicuramente sì  anche perché i genitori oggi sono molto più presenti per i figli. ”
-Qual è il limite di controllo da non superare ?
-” Dipende da carattere a carattere e poi dipende anche da quale sia l’argomento parlando in senso generico comunque quel controllo dovrebbe terminare laddove inizia un tentativo di cambiare il carattere del ragazzo stesso. ”
-Che discussioni si dovrebbero evitare in una famiglia ?
-” Tutte quelle che riguardano l’educazione del ragazzo stesso anche perché questo dovrebbe vedere un’unità di intenti dei genitori e non capire che si discute su un fatto che li coinvolga in quanto loro debbano avere una guida sicura e non due incerte. ”
-Conoscere il mondo: ma quando si é pronti ?
-” Mai. Mai perché ancora a cinquanta anni lo devo scoprire, quindi mai si potrà essere pronti. ”
-Cosa dovrebbe fare un genitore troppo giovane, inesperto. Quali sono le regole da seguire per un genitore che si faccia rispettare ?
-” Non esistono regole perché comunque in ogni caso si sbaglia e non ci si prende sempre, perché é un po un caso non esiste una cosa vera e una sbagliata , l’unica certezza , come ci disse il pediatra, é dare amore ai figli e non altro. Questa é la prima regola. ”
-Cosa ne pensa della gioventù di questo periodo ?
-” penso che non ci siano più interessi veri ma solo dal punto di vista commerciale. La politica , e il fermento per questa, é sparito non esiste più un interesse culturale, ma questo é dovuto sicuramente alla disattenzione della scuola e a quello che é il nostro tempo. ”
-Saper gestire le passioni e i sentimenti é difficile in quest’età lei da adulto e genitore cosa pensa di poter fare?
-” Tentare di ricordare le proprie esperienze, tentare di dare un minimo apporto al livello di esperienza a chi non ne ha; fermo restando che ogni carattere é diverso , cioè é inutile dare dei consigli quando il carattere é completamente diverso. ”
-Il tema della droga persiste nei giovani , qual è la sua opinione, lei da genitore cosa pensa di poter fare riguardo questo fenomeno ?
-” ad oggi é molto meno diffusa la droga di prima ma ce ne sono di diverse e ad oggi la peggiore é proprio la sigaretta perché é diventato un fatto primario rispetto alle droghe demonizzate di più come l’erba ma che in realtà crea molti meno danni. L’unico cosa da fare é parlare con i figli e vedere se questi ti seguono se non é così purtroppo parliamo di un malcostume dato dalla pubblicità , dal branco dal voler trasgredire qualcosa che ormai non é più trasgressione. “

di Viola Caruso IV H. ” Liceo artistico Ripetta, sede via di Pinturicchio “
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone