L’OLANDA NEGA L’INGRESSO AL MINISTRO TURCO CAVUSOGLU

 

L’Olanda ha cancellato il volo del ministro degli Esteri della Turchia Mevlut Cavusoglu, il quale voleva recarsi a Rotterdam per partecipare ad un comizio.
Decisione che era già stata presa dalle autorità austriache e tedesche per motivi di sicurezza. La polizia olandese ha fermato la ministra della famiglia della Turchia Fatma Betul, che, dopo il caso Cavusoglu, aveva deciso di spostarsi dalla Germania all’Olanda via terra. La ministra è stata scoperta dalle autorità olandesi al confine con la Germania.
La Nos, tv pubblica olandese, ha mandato in onda un filmato di 42 secondi relativo alla ministra turca al momento del suo fermo a Rotterdam. Poco dopo Fatma Betul ha scritto su Twitter: “L’Olanda sta violando tutte le leggi internazionali, convenzioni e diritti umani rifiutandomi l’ingresso nel Consolato turco a Rotterdam”.
La tensione tra Turchia e Paesi Bassi di ora in ora si è alzata di livello. Cavusoglu avrebbe dovuto parlare per convincere la comunità turca residente nei Paesi Bassi a votare ‘Sì’ al referendum costituzionale.
In serata in Olanda centinaia di turchi hanno protestato davanti al loro consolato a Rotterdam.
A quanto pare la decisione di cancellare il volo per Rotterdam era già nell’aria, tanto che il ministro Cavusoglu aveva dichiarato che qualora il volo fosse stato cancellato l’Olanda avrebbe subito gravi sanzioni.
In Olanda le polemiche sono esplose dopo che l’ultradestra xenofoba di Gert Wilders aveva chiesto che fosse emesso un veto formale nei riguardi di tutti gli esponenti del governo turco,chiedendo l’arresto nel caso si fossero recati nel Paese.
Wilders ha quindi dichiarato su Twitter: “A tutti i turchi in Olanda che sono d’accordo con Erdogan: andate in Turchia e non tornate mai più!!”.

EMILIANO CHIANELLA 3H

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone