Liceo Artistico Ripetta di Roma

Roma. Palazzo crollato via della Farnesina: la situazione 6 mesi dopo


Sei mesi dopo il crollo della palazzina di quattro piani al numero 3 di Via della Farnesina, nei pressi di Ponte Milvio a Roma, la situazione è ancora critica. L’edificio infatti era parzialmente crollato ed era stato per questo evacuato insieme ad altri quattro edifici circostanti. La strada adiacente era stata chiusa, ed era stato bloccato il traffico, sia veicolare che pedonale. I residenti erano costretti a fare tortuosi giri e i pedoni costretti a passare dentro la chiesa. Sulla strada passavano anche gli autobus diretti verso il capolinea di Piazza Mancini, uno degli snodi più importanti della capitale .

I primi giorni successivi al crollo, per fortuna senza vittime, si è creata una situazione di vero e proprio panico. In tutto il quartiere sono stati cambiati molti sensi di marcia .Gli autobus sono stati tutti deviati verso Corso Francia e di conseguenza il quartiere è rimasto senza servizio di trasporto pubblico. Naturalmente tutto ciò ha portato innumerevoli disagi, soprattutto economici, a commercianti ed esercenti del quartiere. Nel frattempo i residenti evacuati avevano trovato sistemazione in un residence non poco lontano.

All’inizio dell’anno sono quindi iniziati i lavori di demolizione e messa in sicurezza. Poco dopo la demolizione è stata ripristinata la viabilità in un unico senso di marcia, permettendo anche il passaggio degli autobus. Questa nuova situazione ha portato benefici in tutto il quartiere, ma non mancano disagi dovuti all’inciviltà di alcuni cittadini, che parcheggiano le loro autovetture su un lato della strada, bloccando gli autobus che non riescono nemmeno a tornare indietro, paralizzando totalmente il quartiere e creando disagi a chi deve viaggiare sui mezzi pubblici.

Ad oggi solo i residenti di alcune palazzine vicine sono tornati a casa. Altri, per problemi di natura burocratica, stanno ancora aspettando i requisiti per l’agibilità. Tutti ancora si domandano quali siano le reali cause del crollo, ma le risposte ancora non sono arrivate. Nel quartiere si spera che la viabilità sia totalmente ripristinata e che le famiglie possano avere di nuovo una propria casa, preferibilmente dove sorgeva la palazzina prima del crollo, se ciò sarà permesso.


Andrea Recine 3H Liceo Artistico Statale”Via Di Ripetta”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone