Terrorismo: vietati dagli USA pc e tablet in cabina sui voli da otto paesi di Africa e Medio Oriente

di Marialaura Esposito ISISS A.Giordano (Venafro)

Niente pc e tablet in cabina sui voli per gli Usa provenienti da otto Paesi dell’Africa settentrionale e del Medio Oriente. Tutte le apparecchiature elettroniche più grandi di un cellulare potranno essere trasportate solo nel bagaglio in stiva. Dopo i due bandi anti musulmani, l’amministrazione Trump vara un bando hi-tech per fronteggiare una non precisata minaccia terroristica. Il bando sarà attivo da sabato prossimo. Otto i paesi interessati: Giordania, Egitto,Turchia , Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Emirati Arabi e Marocco, tutti alleati o almeno partner degli Usa. A partire da sabato, il bando sarà applicato a una cinquantina di voli quotidiani per gli Usa operati da nove compagnie in partenza da dieci aeroporti internazionali: Amman, Il Cairo, Istanbul, Gedda, Ryad, Kuwait City, Doha, Dubaï, Abu Dhabi e Casablanca. A seguire, la Gran Bretagna ha adottato un provvedimento analogo. Un portavoce della premier Theresa May ha fatto sapere che il divieto di portare in cabina apparecchiature elettroniche di dimensioni superiori a quelle di un cellulare si applicherà ai passeggeri diretti nel Regno Unito da Turchia, Libano, Giordania, Egitto, Tunisia e Arabia Saudita. Una misura che il governo britannico considera “necessaria e proporzionata” per la “sicurezza del trasporto aereo”.Come detto, la motivazione della decisione assunta dal segretario alla Sicurezza interna, John Kelly, è una minaccia terroristica, a due giorni dal vertice a Washington della coalizione internazionale anti Isis guidata dagli Usa, che vedrà la partecipazione di 68 Paesi. Secondo alcuni esperti, la natura della misura di sicurezza suggerirebbe un possibile attacco dai cieli. Cnn, in particolare, cita un membro della stessa amministrazione Trump, secondo il quale la decisione è conseguenza di una minaccia proveniente da Aqpa, Al Qaeda nella penisola arabica, il braccio yemenita dell’organizzazione terroristica responsabile dell’11 settembre. Le compagnie hanno 96 ore, a partire da oggi, per vietare ai loro passeggeri di imbarcare apparecchiatura elettronica, macchine fotografiche comprese. Dal bando sono esclusi, oltre agli smartphone, anche le apparecchiature mediche.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone