ISISS Giordano di Venafro (IS)

Docente responsabile: Marco Fusco; Referente: Professoressa Bianca Buondonno; Direttore Responsabile: Silvio Valentino; Direttori Editoriali: Antonietta D'Appollonio, Federico Colozza; Capo Redattore: Alex Arcaro; Vice Direttore: Luca Scardino; Vice Capo Redattore: Rocco Di Mambro; Grafici: Teresa Marino, Antonella Papa, Martina Bucci; Responsabile Fotografo: Gianmaria Parisi; Responsabile Video: Attilio Del Corpo; Ricerca Web: Carmen Cimino, Francesca Cambio; Giornalisti: Fabrizio Baccaro, Marco Borrelli, Giuseppe Ferri, Cristiano Minicucci, Giancarlo Iadicola, Aldo Mascio, Gianmarco Ottaviano, Mario Rascato, Marialaura Esposito.

25 e 26 marzo:”Il Molise rinnova l’interesse alle giornate FAI”

di Ottaviano Gianmarco (ISISS A.Giordano ,Venafro)

In tutta Italia saranno mille i luoghi aperti durante la 25esima edizione delle Giornate Fai di Primavera in programma sabato 25 e domenica 26 marzo. 100 luoghi in più rispetto all’anno precedente, a dimostrazione di come il tradizionale appuntamento con il Fondo Ambiente Italiano che si concretizza nella sua missione di tutela e valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano riscontri sempre maggiore successo ed entusiasmo.

Anche in Molise le giornate Fai, oltre a essere un appuntamento imperdibile, ogni anno registrano sempre maggiori adesioni.

Tanti i luoghi da visitare anche per questa edizione: Campobasso, Isernia, Vinchiaturo, Venafro, Trivento, Monteroduni.

Nel capoluogo di regione è stato promosso un percorso tra Viale Delle Rimembranze, Castello Monforte e scuola D’Ovidio. Iniziativa in collaborazione sia del Liceo Artistico ‘Manzù’ che Liceo ‘Galanti’. Inoltre,  lungo il viale anche una serie di pensieri scritti dagli alunni della scuola ‘Colozza’, proprio in ricordo delle vittime della Grande Guerra.

Studenti e nonni vigili protagonisti anche a Vinchiaturo con il “campo di internamento e una testimonianza storica”.

Un piccolo “cammino di Santiago” potrà poi essere percorso tra Petrella, Matrice e Montagano dove sarà possibile far visita a tre chiese romaniche.

A Trivento, poi, l’iniziativa vedrà inoltre coinvolti i ragazzi del Conservatorio ‘Perosi’ di Campobasso e della facoltà di Scienze Turistiche dell’Unimol, presenti nella visita a una parte del centro storico del paese.

Insomma, sarà l’occasione giusta per poter visitare le bellezze di un Molise che ancora in pochi conoscono.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone