In una notte di temporale, da soli, in un luogo sconosciuto, incontrate qualcuno. Se questo qualcuno fosse pericoloso, cosa fareste?

1 Se in una notte di temporale incontrassi una persona di sicuro sarei felice.
Se poi questa persona si rivelasse cattiva, prima di tutto me la darei a gambe;
gli tirerei qualcosa in testa e infine mi rifugerei in qualche posto.
Avrei anche una paura pazzesca.
Emma
2 Mi nasconderei cercando un rifugio e al momento buono, gli darei un calcio ai gioielli.
Massimo
3 Io griderei aiuto così questo qualcuno si spaventerebbe e scapperebbe a gambe levate per paura che venga un adulto e che chiami la polizia.
Manuel
4 Se sto da sola, in una notte di temporale, in un luogo sconosciuto, e incontro qualcuno, forse pericoloso:
prima scapperei, gli darei un calcio; se sta quasi per avvicinarsi a me.
Correrei più che posso, finché non trovo qualcuno o qualcosa che mi sarà d’aiuto.
Sara
5 Se stessi in una notte di temporale, da solo, in un luogo sconosciuto con qualcuno di pericoloso, io proverei a scappare.
Scapperei tutte le volte che posso, tornerei a casa e sarei felice di non stare con quella persona.
Giulio
6 Se io mi trovassi da sola e con qualcuno di pericoloso credo che prima di tutto mi sforzerei di mantenere la calma e ragionerei.
Vedrei gli strumenti che ho;
Se proprio non ho niente uscirei nonostante il temporale.
Non gli rivolgerei nemmeno una parola, correrei subito a cercare riparo o una caserma e dal lì chiamerei mamma.
Francesca

7 Se questo qualcuno fosse pericoloso, innanzitutto mi nasconderei da una parte.
Quando si allontana corro il più veloce che posso anche silenziosa e il più lontano possibile da quel qualcuno.
Appena arrivo ad un punto dove c’è un telefono, chiamo la polizia.
Elena
8 Se mi si presentasse davanti uno sconosciuto gli chiederei innanzitutto chi è e che cosa ha a che fare con me.
Gli darei un calcio, un pugno e scapperei a gambe levate.
Infine, se questa persona mi continua a rincorrere, mi rifugerei da qualche parte.
Sofia
9 Se in questa notte di temporale incontro qualcuno di pericoloso, prima gli chiedo il nome, poi con più calma possibile me ne andrei di corsa, in cerca di un altro rifugio e di un vigile o un poliziotto.
Maria Chiara
10 Io, scapperei o mi nasconderei da qualche parte avendo paura di lui.
Magari provo a fare conoscenza con lui.
Sennò, se è volgare con me, gli do un calcio, un pugno o un pizzone e lui se ne dovrebbe andare.
Viviana
11 Se questo qualcuno fosse pericoloso mi rifugerei da un’altra parte.
Diego
12 Se in una notte di temporale fossi da sola in un luogo sconosciuto e incontro qualcuno che non conosco, gli farei tante domande per conoscerlo, così potremmo diventare amici.
Se non capisce che cos’è l’amicizia tra due persone, io gli darei un calcio e scapperei a cercare aiuto.
Najlaa
13 Se in una notte di temporale incontrassi qualcuno pericoloso, inizierei a scalciare, a dare i pugni e poi scapperei .
La prima casa che troverei, busserei, chiederei di usare il telefono e chiamerei mia madre.
Antonio

14 No, non è un sollievo, incontrare qualcuno che non conosco che non conosco perché mia madre mi ha sempre detto di stare alla larga dagli sconosciuti.
Se ne incontrassi uno, scapperei.
Se è pericoloso mi faccio coraggio e se sta a gambe aperte gli do un calcio nei punti bassi.
Invece, se non sta a gambe aperte me la dò a gambe levate.
Aurora
15 Farei in modo di spingerlo fuori la porta .
Se non dovessi riuscirci, me ne andrei io, coprendomi con la giacca e avventurandomi nella notte scura.
Elisa R.
16 Se in una notte di temporale, da solo, incontro uno che è pericoloso, scappo dalla finestra o dalla porta e fuggo come un fulmine.
Sennò quando sarò più grande e avrò il telefono chiamerei la polizia.
Leonardo
17 Farei in modo di scappare, di ritrovare la strada di casa e di chiamare la polizia.
Margherita
18 Dipende.
Se questo qualcuno ha più di 18 anni, chiamo immediatamente la polizia.
Se invece ha meno di 18 anni gli tiro un calcio là dove non batte il sole e inizio a correre.
Raul
19 Io per prima cosa urlerei come nessuno ha mai urlato.
Gli avrei dato dieci calci e sarei scappata via.
Tornata a casa avrei raccontato tutto ai miei genitori e poi lo denunciamo.
Chiara
20 Io andrei a nascondermi o, se non posso, scapperei.
Andrei da qualcuno che mi conosce.
Andrea
21 Se mi trovassi in un luogo sconosciuto, dove incontro un estraneo, mi sentirei sollevata.
Se poi scopro che è cattivo, con una scusa mi allontanerei, proverei a scappare e andrei dai miei genitori, che chiamerebbero la polizia.
Cristina
22 Io personalmente me la darei a gambe.
Se mi trova peggio per lui perché io sono peggio di una volpe, furba e scaltra.
Mi metterei a correre verso il marciapiede così chiedo aiuto a qualche passante che poi chiama la polizia e lo fa arrestare.
Elisa C.
23 In una notte, da sola con un forte temporale incontrassi qualcuna\ qualcuno di pericoloso, non gli direi niente pere non attirare l’attenzione e me ne andrei tranquillamente.
Greta
24 Se io fossi in un luogo sconosciuto, con una persona che non conosco, prima gli avrei detto che non l’avrebbe passata liscia.
Sarei scappata e appena trovavo un bar avrei fatto chiamare i miei genitori.
Insieme a loro l’avrei denunciato.
Letizia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone