ISISS Giordano di Venafro (IS)

Docente responsabile: Marco Fusco; Referente: Professoressa Bianca Buondonno; Direttore Responsabile: Silvio Valentino; Direttori Editoriali: Antonietta D'Appollonio, Federico Colozza; Capo Redattore: Alex Arcaro; Vice Direttore: Luca Scardino; Vice Capo Redattore: Rocco Di Mambro; Grafici: Teresa Marino, Antonella Papa, Martina Bucci; Responsabile Fotografo: Gianmaria Parisi; Responsabile Video: Attilio Del Corpo; Ricerca Web: Carmen Cimino, Francesca Cambio; Giornalisti: Fabrizio Baccaro, Marco Borrelli, Giuseppe Ferri, Cristiano Minicucci, Giancarlo Iadicola, Aldo Mascio, Gianmarco Ottaviano, Mario Rascato, Marialaura Esposito.

CONFCOOPERATIVE MOLISE, GLI STUDENTI DEL GIORDANO ALLA SEDE STORICA DI ROMA ACCOMPAGNATI DAL PRESIDENTE DOMENICO CALLEO

di Silvio Valentino (ISISS A. Giordano, Venafro)

L’impresa simulata è una delle modalità per declinare concretamente quanto previsto dalla legge 107, la cosiddetta “Buona Scuola” in fatto di Alternanza Scuola-Lavoro. La presidenza del Giordano ha messo in atto una serie di percorsi per rispondere compiutamente a quanto previsto dal nuovo quadro normativo. E in attuazione del protocollo d’Intesa sottoscritto tra l’ISISS A. GIORDANO e ConFcooperative Molise volto alla realizzazione di attività in Asl, gli alunni delle classi III e V AFM(Amministrazione, Finanza e marketing- ex ragioneria) dell’istituto hanno visitato la sede centrale e storica dell’Ente partner. Ad accoglierli calorosamente presso il Centro Turistico Cooperativo in Borgo Santo Spirito  Roma, la direttrice nazionale, dott.ssa Fabiola Di Loreto.  Ad accompagnarli la prof.ssa M. Rosaria Roccia, il Presidente Regionale di ConFcooperative, dott. Domenico Calleo e la tutor scolastica prof.ssa Michelina Di Meo, che realizza con le classi III e V d’istituto rispettivamente: una simulazione d’impresa, denominata dagli alunni “Tourisiss” S.r.l. cooperativa, e con le classi V una ACS e la “Vtour” S.r.l cooperativa in seconda annualità. I ragazzi sono stati colpiti dalla concretezza delle notizie diffuse, riscontrando l’oggettiva possibilità di creare in futuro, all’interno del modello cooperativo, una reale possibilità di sbocco lavorativo valorizzando il patrimonio e le risorse del nostro territorio.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone