“LA MIA CLASSE: RAPPORTI D’AMICIZIA E NON. DESCRIVI, INOLTRE, SE SI SON VERIFICATI, EPISODI PIACEVOLI E SPIACEVOLI”

La mia classe è molto bella e ho soprattutto dei bei rapporti, ma solo una persona mi è “antipatica” ed è Nikita, perché mi spinge sempre.
Invece la mia migliore amica è Ginevra, perché noi insieme ridiamo sempre e siamo vicine di banco.
Però io sono venuta in seconda con Fabrizio e Ale, ma non eravamo nella stessa scuola.
All’inizio io ero molto timida, però dopo ho iniziato a socializzare e poi a farmi degli amici.
Quando noi femmine stiamo con i maschi facciamo soprattutto questi giochi: nascondino, ladri e poliziotti, famiglia e segreti. Nascondino lo giochiamo nel giardino delle foglie che si trova alle medie. Poi a ladri e poliziotti si gioca così: noi femmine siamo i ladri e i maschi sono i poliziotti, e devono contare fino a trenta.
Poi le femmine si nascondono e i maschi le devono cercare e dopo le prendono e, se ci riescono le portano in prigione.
Invece nella famiglia siamo tutti fratelli e sorelle, oppure cani, gatti, zii ecc. ecc.
Infine nei segreti ci raccontiamo delle cose e ci sfidiamo. Però ci sono stati avvenimenti sia belli che brutti; quelli belli sono: che io ho dei compagni e delle maestre speciali e stupende. E quella brutta è che il primo giorno di scuola in terza mi sono inciampata sulla radice di un albero e mi sono sbucciata e graffiata, allora mi hanno messo la garza su tutta la gamba. Per me questa classe è stupenda, si crea un clima quando faccio insieme ai miei compagni lavoretti molto belli e anche cartelloni bellissimi.

 

 

Anna IV C

 

                 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone