Fuga miracolosa: interviste di guerra

Purtroppo io non ho avuto la possibilità di intervistare nessuno che ha vissuto la seconda guerra mondiale, ma ho intervistato la mia nonna che mi ha raccontato un episodio accaduto alla mia bisnonna, sua mamma. In quel tempo il raccolto che i campi producevano per le famiglie veniva portato tutto via dai tedeschi, lasciando in miseria molta gente.

Ad una certa ora scattava il coprifuoco e non si doveva uscire dalle proprie case perché era pericoloso, si rischiava la vita! Un giorno mentre il mio bisnonno con un gruppo di amici andava al cinema a Ghemme, furono fermati dai soldati tedeschi che li obbligarono subito a mettersi a faccia al muro puntandogli il mitra.

Fortunatamente per loro il muro era quello del campanile della chiesa. Alcuni ghemmesi  che si erano accorti di quello che stava succedendo, fecero un gran baccano per distrarre i soldati. Così il mio bisnonno e i suoi amici veloci come furetti, passarono da una finestrella del campanile e scapparono veloci come il vento aiutati dal parroco.

I tedeschi sicuramente rimasero stupiti e arrabbiati, ma se ne andarono! Questo è uno dei tanti episodi accaduti e fortunatamente finiti bene. (Inviato speciale: Mattia Porzionato)

Redazione Scuola Primaria di Fara Novarese

Docente Referente: Fulvia Bernascone

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone