La guerra era dura: interviste di guerra

La guerra era dura, anzi durissima. Mia nonna che ha 91 anni è stata presa in ostaggio per venticinque giorni. I fascisti l’hanno portata a Novara, ma prima hanno fatto la guerra nel piazzale. I topini contro i partigiani.

I fascisti andavano presso le famiglie, facevano alzare le persone che dormivano e le mettevano sui treni. La nonna e gli altri sono andati in questura sul camion, poi in prigione ed era sera. Era dal mattino che avevano mangiato. Il mattino seguente hanno conosciuto una prigioniera che si chiamava Campagnioli che venne successivamente liberata.

I fascisti erano crudeli e le chiedono di esprimere un desiderio e la povera signorina chiede di liberare il fratello, che però è già morto. Per fortuna invece per mia nonna e sua sorella, appena liberate, c’era un signore di Fara che aveva il ristorante a Novara e le portò a mangiare. (Inviato Speciale: Andrea Severico)

Redazione Scuola Primaria di Fara Novarese

Docente Referente: Fulvia Bernascone

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone