Incontro tra l’arte moderna e l’amore “LOVE”

La mostra LOVE che si è tenuta al chiostro del Bramante dal 26 settembre al 5 marzo a Roma e ha attratto molti giovani sia singol e non. Pareti con milioni di dediche, sale video, sculture e quadri che lasciano a bocca aperta hanno colpito persone di tutte le età. Consigliata da molti è una delle mostre più coinvolgenti che ci siano state in questi ultimi anni nella capitale. La mostra LOVE si è tenuta presso Il Chiostro del Bramante a Roma; inizialmente doveva durare dal 26 settembre al 26 febbraio ma a richiesta di molti è stata prolungata fino al 5 marzo. Ha coinvolto soprattutto giovani coppie che avranno di sicuro apprezzato i kiss point che si trovavano in vari punti della mostra; bisogna dire però che anche chi è andato con semplici amici ha conosciuto varie sfaccettature dell’ amore e dell’ arte. Al entrata si potrà scegliere se entrare con l’ accompagnamento di diverse guide oppure da soli. Le sale più grandi sono occupate dai quadri enormi e sculture che occupano il centro della stanza, le sale video che sono state visitate da molti. Si possono trovare altre interpretazioni di quadri e sculture che hanno lo scopo principale ad esempio di far veder un’ altra sfumatura dell’ amore nella foto che segue si può vedere appunto un amore non corrisposto. Uno dei quadri presenti alla mostra è stato molto apprezzato, questo rappresenta delle dediche scritte da persone comuni per fidanzati amiche o altro tutte scritte sulla tela dell’artista. Una ragazza che ha molto apprezzato il quadro afferma che “È un opera che esprime gioia amore ed è un idea mai vista prima”, questo ci può dire molto su questa parte della mostra. Andando avanti poi i visitatori potranno ricreare l’opera sui muri scrivendo ciò che vogliono. Anche questa è stata, a detta dei visitatori, una parte molto apprezzata poiché unica dato che fino ad adesso nessuno aveva mai pensato di far scrivere sui muri alle persone. La mostra propone un incontro tra amore e arte moderna, quest’ultima apprezzata molto dai giovani mentre la prima ovviamente dalle coppie. In una sala abbiamo trovato una scultura a forma di cuore che ruotava appesa ad un filo sotto una musica soave, ai lati troviamo dei quadri che rappresentano delle donne con in braccio dei bambini appena nati. Tutte questi opere, dalle più piccole alle più grandi, hanno suscitato l’interesse di molte persone che volentieri sono andate a osservare i quadri e le sculture. Molte di queste rappresentazioni sono state viste poche volte in quella forma che, a parere di molti, sono uniche nelle loro particolarità. L’amore fino ad adesso era stato visto principalmente nel contesto classico greco e romano e pochissime volte nell’ambito moderno; per questo motivo la mostra ha creato molto stupore e successo. Infatti si pensa molte volte che l’arte moderna non vada d’accordo con un tema così classico come l’amore ma molto evidentemente non è così.

Nicole Marra Liceo Democrito

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone