Liceo Democrito di Casalpalocco

LA BELLA E LA POLEMICA

 

Il film la Bella e La Bestia, uscito nei cinema Italiani il 16 Marzo 2017, e prodotto dalla Disney ha sollevato non poche polemiche sia sugli attori sia sui personaggi del live-action basato sul remake della favola Disney del 1991. Ma questo non è di certo il primo film che ha riscosso molte polemiche: ricordiamo titoli come Zootropolis (oscar 2017 per il miglior film d’ animazione) ed Oceania, i quali sono stati accusati rispettivamente di plagio e di offendere l’ immagine della cultura polinesiana.

La pellicola cinematografica diretta da Bill Condon ha suscitato polemiche soprattutto in Malesia, Russia ed Alabama.

Il motivo principale della polemica? Nella storia Disney è stata rappresentata per la prima una scena omosessuale che vede come protagonista Le Tont, interpretato da Josh Gad ( l’ aiutante maldestro, basso, tonto e buffo di Gaston).

In proposito il presidente della delegazione per la censura del cinema malese, Abdul Halim Abdul Hamid, ha dichiarato che la scena, anche se breve, non era appropriata poiché il film sarebbe stato visionato da molti bambini. In questo paese la pellicola di Bill Condon è uscita solo dopo l’eliminazione di questa scena.

Il remake con protagonisti Emma Watson e Dan Stevens ha sollevato indignazioni anche in Russia, dove un deputato ha addirittura chiesto di metterla al bando. Alla fine il film uscirà, però vietato ai minori di 16 anni” . Scrive così il sito Paramount Channel.

Vi è infine il caso dell’ Alabama. Su Facebook, il proprietario dell’ Henagar Drive-In Theatre, ha annunciato che l’opera cinematografica non avrebbe fatto la sua comparsa nelle sale di questo cinema: “ Se non possiamo portare i nostri nipoti a vedere un film, allora non abbiamo alcun interesse neanche nel mostrarlo”.

Un’ ulteriore critica è stata mossa all’ attrice Emma Watson, interprete della giovane Belle nel live-action, per una foto “ piccante” finita sulla rivista Vanity Fair.

L’attrice è stata accusata dalla speaker radiofonica inglese Julia Hartley Brewer di non rispettare i valori femministi portati avanti dalla Watson.

Nel nostro paese la pellicola cinematografica è uscita il 16 marzo non riportando alcune polemiche, e leggendo le recensioni dei telespettatori è evidente che il film è stato molto apprezzato per le sue scene dinamiche e alle emozioni trasmesse.

Vi consigliamo caldamente la visione.


Giada D’Andrea e Jacqueline Lico 3C; Liceo scientifico Democrito

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone