LA MESSA ALLA PROVA

 

La messa alla prova è un opportunità giudiziaria che viene data agli adolescenti che hanno commesso un reato tra i 14 e i 18 anni in Italia.


In Italia se un adolescente tra i 14 ed i 18 anni commette un reato, anche di elevata gravità, può riscattarsi completamente cosi che non risulti traccia sulla sua fedina penale. Deve però accettare di partecipare ad un progetto dettagliato di impegni chiamato “La messa alla Prova”. Affinché venga data questa opportunità al minore, autore di reato, debbono esserci alcuni requisiti. In primis, il giovane deve riconoscersi colpevole. Lui stesso, in sede di Udienza deve chiedere al Giudice di “metterlo alla prova” ossia dimostrare che lui si è pentito e vuole dimostrare di essere cambiato. Se non dichiara una sua responsabilità nei confronti del reato, non è possibile dimostrare di essere cambiato. Gli altri requisiti fondamentali sono quelli di partecipare per un lungo periodo in base alla gravità del reato, ad una serie di attività ed impegni. Gli impegni sono: una attività principale di studio o di lavoro, una attività ricreative/educativa tipo sport, teatro, canto, un percorso di sostegno psicologico, ed una attività di volontariato dove il giovane “ ipoteticamente” si riscatta del danno fatto offrendo il suo tempo libero nello svolgimento di un impegno verso gli altri. Tutte queste attività sono monitorate da una assistente sociale della Giustizia Minorile che ha il compito di relazionare regolarmente sull’ andamento della prova alla Magistratura. Se il giovane rispetta correttamente tutti i vari punti concordati sul suo progetti di messa alla prova, il Magistrato fa il regalo più grande che può. Quello di estinguere il reato. Questa è la grande differenza della opportunità offerta in Italia rispetto ad altri paesi del mondo. In diversi paese, con la messa alla prova, si estingue la condanna. E’ solo in Italia che si estingue persino il reato. Un giovane, anche se ha commesso un reato molto grave (tentato omicidio, violenza sessuale), può un indomani diventare Maresciallo dei Carabinieri, un Medico, oppure Presidente della Repubblica perché del suo reato non ci sarà traccia e resterà il suo segreto. Certo per ottenerlo, bisogna dimostrare, per un lungo periodo di tempo (un anno, due anni), di essere totalmente cambiato con uno stile di vita strutturato con impegni sani e costruttivi.


SVEVA SCARCELLA 1H DEMOCRITO

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone