Una giornata scolastica ‘diversa’ e sicuramente indimenticabile.

Il giorno 25 marzo, accompagnati dalle nostre maestre, abbiamo partecipato alla giornata organizzata dalla fondazione FAI, il Fondo Ambiente Italiano, la cui missione è quella di promuovere e diffondere il rispetto e la salvaguardia della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni italiane. Alcune ragazze dell’università di Scienze del turismo di Termoli ci hanno spiegato cosa potrebbe significare il nome Trivento (Tri = Terra; Ven = Venere, quindi Terra di Venere), in seguito ci hanno mostrato il Seminario dove sono custoditi  degli antichi  esemplari di tassidermia come cerbiatti, ermellini, tartarughe. Abbiamo proseguito la visita verso il palazzo ducale di Trivento, chiamato erroneamente “castello”, che per tanti anni ha ospitato un antico oleificio. A passeggio nella zona storica del centro ci siamo incantati a osservare i meravigliosi paesaggi che circondano il nostro paese. Erano presenti anche i ragazzi che frequentano le classi I e II liceo di Trivento: anch’essi  erano molto preparati sulla storia del nostro paese e ci hanno illustrato con grande competenza la storia della Scalinata San Nicola, quella della Cattedrale e infine quella della Cripta. Il luogo che mi ha maggiormente colpito è stata la Cripta dove ci è stato spiegato che le colonne, al suo interno, sono ben ventitré e che nella edificazione dell’antico tempio furono capovolte perché i cristiani non volevano che vi rimanesse qualcosa costruito dai pagani. A fine giornata ci sono stati regalati degli adesivi per pubblicizzare la storia e l’arte che appartengono a Trivento; io ritengo che questa esperienza vissuta grazie al FAI sia stata molto istruttiva: abbiamo trascorso una giornata scolastica diversa e sicuramente indimenticabile.

 

Perrella Matteo   Classe VA   Scuola primaria Trivento capoluogo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone