Pace o guerra?

La nostra società sembra perfetta, con le nuove tecnologie, le cure per le malattie più gravi, la costruzione di case sicure ecc. Purtroppo però non è così, noi abbiamo tutto ma non abbiamo una cosa: la pace.

Nel mondo c’è tanta violenza, tra adulti ma anche tra bambini: il femminicidio, l’omicidio volontario, il bullismo dei bambini che alcune volte porta al suicidio, ma la più grande violenza è la guerra. La guerra è una drammatica realtà che coinvolge milioni di innocenti e bambini, che non aiuta a risolvere i problemi, anzi li peggiora. Essa è una creazione egoista dell’uomo che, per trovare una soluzione ai suoi problemi, preferisce usare la violenza e scarta i metodi pacifici.

Secondo me le guerre non servono a niente e sono solo sangue, odio, disprezzo e morte. Io non trovo giusto che tanta gente debba morire o soffrire di fame solo per il “vizio” di una persona ricca e potente. Molte persone non pensano alle conseguenze e se ne ricordano solo quando muore un loro parente.

Nonostante la storia dell’uomo sia millenaria, l’umanità non ha mai attraversato un periodo prolungato senza guerre. Le persone non sono mai cambiate, si sono evolute con armi e veicoli di distruzione però il loro scopo è sempre lo stesso: distruggere.

Dai Sumeri a noi, la maggior parte delle volte, le guerre sono avvenute per ricchezza o per conquistare altri Stati. Invece la pace è il contrario ed è la cosa più bella e importante del mondo, è l’unico modo per fermare la guerra. Purtroppo quasi nessuno è pacifista e quelle poche persone che lo sono vengono uccise o devono nascondersi e così la guerra non finirà mai.

La pace è bellissima e sarebbe meraviglioso se, partendo da un piccolo gruppo, facendo azioni di pace e man mano “ingrandendosi” sconfiggessimo la guerra e vivessimo in un mondo perfetto.

 

Alessia Antonelli, Scuola Primaria di San Leucio, classe VB

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone