L’Islanda

Quest’anno la professoressa di lettere in una sua ora di geografia ci ha dato un compito: fare una ricerca su uno Stato europeo. La nostra classe è stata divisa in gruppi formati da due persone, ognuno di questi gruppi ha dovuto scegliere una nazione ancora non trattata nel programma di quest’anno scolastico.
Luca, un mio compagno, ed io abbiamo preferito stare in gruppo insieme ed abbiamo scelto l’Islanda.
L’Islanda è la seconda isola più grande dell’Europa, è situata nell’Oceano Atlantico e si trova subito sotto al Circolo Polare Artico.
Abbiamo lavorato cercando: i monumenti, le città importanti, le bellezze naturali, i personaggi importanti, i piatti tipici e delle curiosità.
L’unica città vera e propria in Islanda è Reykjavík, che è anche la capitale islandese. Le altre piccole città sono Hafnarfjörður, Kópavogur, Selfoss e Keflavík.
La qualità della vita in questo paese è molto alta, come il reddito pro capite, che è il più alto d’Europa.
I monumenti dell’Islanda che a noi sono sembrati più interessanti sono due: l‘Akureyrarkirkja, una chiesa luterana situata nella città di Akureyri ed il Viking World Museum.
La chiesa Akureyrarkirkja è spettacolare in quanto si erge sulla cima di una collina, ha un impatto ed una eleganza contemporanea difficilmente superata da altre chiese di questo periodo. All’interno da ammirare c’è un magnifico organo di 3.200 tubi ed una barca appesa al soffitto, opera che deriva dalle offerte per proteggere i propri cari che solcavano i mari.
L’attrazione principale del Viking World Museum è la Íslendingur, una nave lunga 23 metri, l’esatta riproduzione dell’imbarcazione d’epoca vichinga Gokstad. Le stanze annesse mostrano antichi reperti probabilmente risalenti all’insediamento celtico in Islanda, al piano superiore c’è una mostra sugli dèi norreni, pensata per i bambini. Durante l’estate all’esterno viene allestito uno “zoo della colonizzazione”, con tutti gli animali che in origine i coloni portarono in Islanda.
Anche per le bellezze naturali abbiamo fatto una selezione ed abbiamo scelto quelle che più ci piacevano: il Geysir e l’aurora boreale. La prima è
un geyser tra i più conosciuti e che è considerato come il più alto fra i geyser in attività, la seconda è un fenomeno che può essere visto solo quando c’è buio e quando il cielo è limpido.
Il personaggio islandese di maggiore rilevanza è Halldòr Laxness, uno scrittore che ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1955.
La cucina islandese ha come elementi principali l’agnello ed il pesce. Il Þorramatur è il piatto nazionale islandese ed è costituito da differenti tipi di cibo. Questi sono per lo più piatti come i testicoli di montone marinato e lo squalo putrefatto.
L’Islanda è considerata il paese degli Elfi, molti islandesi credono alla loro esistenza e li proteggono; nel 2013 un comitato di difesa degli elfi ha impedito che venisse costruita un’autostrada, perché questa avrebbe distrutto l’habitat di questi personaggi.
In Islanda non si usano i cognomi. I bambini aggiungono al nome di battesimo del padre i suffissi “figlio” o “figlia”.

LEONARDO BACIOCCHI – 2^B – I.C. A.SORDI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone