I DICIOTTESIMI: LA NUOVA MODA PER CELEBRARE LA MAGGIORE ETA’

Sabato 22 Aprile è stato festeggiato il diociottesimo compleanno di una giovane adolescente, presso il noto locale ‘Pier’ in zona Eur. Come in tutte le feste mondane dei diociottenni di oggi, la festeggiata indossava un abito elegante, di un colore rosso brillante e un sandalo argento gioiello; mentre il suo era un trucco delicato, dalle tonalità nude.

La zona Eur sicuramente è una delle più in di tutta Roma,insieme a quartieri come Parioli e Monteverde. ‘Pier’ è una location spaziosa, rifinita nei minimi dettagli, ampi spazi, tavolini posti sia all’interno della sala che fuori, dove poter consumare i cibi posti all’entrata del locale. Il locale è dotato di bancone bar guidato da professionisti della miscelazione, propone cocktail esotici di assoluta qualità a tutti gli invitati. Un menù ricco e vario: dagli antipasti serviti con un bicchiere di prosecco alla fragola, agli assaggi di pizza, pasta, rustici, fritti, tartine e molto altro. Con circa 60 persone la festa è stata animata da un sottofondo musicale piacevole, caratterizzato dalle canzoni più popolari del momento. Anche i parenti hanno partecipato ai festeggiamenti, ma il loro luogo di ritrovo è stato a parte, per lasciare i giovani più liberi. Un finale da favola con la torta millefoglie ricoperta da petali di rosa e intorno una serie di candele. Insomma, questo è un po’ il sogno di ogni giovane.

Al giorno d’oggi infatti è diventato comune organizzare una festa di questa portata, che richiede un budget notevole. Ci sono molti genitori che operano veri e propri investimenti pur di accontentare i loro figli. E in alcuni casi sono proprio loro a voler primeggiare. Dietro questo sfarzo c’è molto consumismo. I luoghi più gettonati generalmente sono ville, locali, pub, discoteche. Ma c’è anche chi preferisce festeggiare questo traguardo con pochi intimi, anche perché non sempre le famiglie possono permettersi di spendere tanto per una festa. Anche se si tratta di un giorno indimenticabile, è diventata quasi una pretesa per la maggior parte degli adolescenti organizzare questi festeggiamenti in grande stile, per non essere da meno rispetto ai coetanei.

Se si fa un salto nel passato, si noterà sicuramente che tra i giovani c’era uno spirito diverso quando si raggiungeva la maggiore età, un maggior senso di maturità, dell’essere adulti. Non che adesso non si comprenda, ma con una minor grinta e voglia. Essere maggiorenni non significa solo firmarsi i permessi e le giustificazioni da soli o prendere la patente, ma avere senso di responsabilità, essere autonomi e prendere coscienza dei nuovi doveri da seguire oltre che dei nuovi diritti. I diciotto anni sono importanti,sono un traguardo nella vita di un ragazzo. Il divertimento, la superfesta, gli amici, i regali sono prerogative legittime, basta che ad esse si aggiunga il senso di saper stare al mondo civilmente.

ELISA FRAU

LICEO CLASSICO PLAUTO
4C CLASSICO

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone