Istituto "G. Carducci" di Comiso (RG)

Docente responsabile Giancarlo Licitra

Il Liceo “G. Carducci” di Comiso a fianco delle associazioni di volontariato

 

Il Liceo “Carducci” a fianco delle associazioni di volontariato per raccolta fondi.

Con una fiera del dolce e del salato gli alunni della sede centrale hanno voluto sostenere le attività dell’associazione San Vincenzo de Paoli, che con molte sedi opera da tempo sul nostro territorio e non solo, alla quale è stato devoluto l’intero guadagno dell’attività. L’iniziativa rientra fra le attività di alternanza scuola-lavoro ed è stata promossa dagli alunni che si stanno dedicando al volontariato.
La San Vincenzo opera in vari settori: quello inerente alla distribuzione del cibo, quello inerente alla donazione dei vestiti ed infine il centro ascolto che nasce dall’esigenza di aiutare chi magari ha piccole difficoltà economiche o necessita di un conforto a livello personale . L’iniziativa della fiera del dolce e’ stata approvata con molto entusiasmo sia dalla tutor del progetto, la professoressa Marilena Marceca, sia dal consiglio d’istituto e innanzi tutto dalla preside, dott.ssa Maria Giovanna Lauretta.
“Quest’iniziativa-come ci racconta un giovane che vi ha preso parte- ha sensibilizzato non solo noi ragazzi che abbiamo partecipato attivamente , ma l’intero istituto in quanto la fiera è stata realizzata durante un’assemblea d’istituto. Infatti sono stati invitati alcuni membri dell’associazione e tra essi abbiamo avuto la fortuna di conoscere Mimma Trovato, vicepresidente nazionale di quest’associazione . Questa signora, oltre ad averci distribuito dei volantini e libretti sulla San Vincenzo, ha spiegato che i fondi donati servono non solo per aiutare chi ne ha più bisogno ma anche, in certi casi, per ricostruire intere abitazioni che sono state distrutte, come nel caso del 2016 con il terremoto ad Amatrice” .
Ma cosa c’è dietro la fiera del dolce ? Beh, è bastato vedere nei visi stanchi ma soddisfatti dei ragazzi , come la collaborazione ed il lavoro di squadra li abbia messi alla prova responsabilizzandoli. La tutor del progetto, infatti, ha espresso molta gratitudine per l’impegno dei ragazzi che da soli hanno organizzato tutto e sono , con successo, riusciti nel loro intento di fare beneficenza saziando al contempo tutti i ragazzi dell’istituto .

Orazio Pucci IV B Liceo Scientifico – Istituto “G. Carducci” – Comiso (RG)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone