La scuola ideale

Vi siete mai domandati come sarebbe una scuola perfetta?

Beh, modestamente la nostra lo è!

Cominciamo col dire che è una scuola sicura e questo non è poco se si pensa che negli ultimi tempi si sono verificati numerosi terremoti.

Molte persone ormai non si sentono tranquille all’interno delle loro abitazioni e temono ancora di più per la vita dei loro figli quando, al mattino, li vedono entrare in edifici scolastici poco sicuri dal punto di vista strutturale.

Ma non è tutto…

Oltre alla struttura esterna, una scuola dovrebbe essere sicura anche al suo interno, nel senso che i ragazzi dovrebbero comportarsi sempre bene, rispettare le regole, tuttavia questo non sempre accade e quando si superano i limiti si rischia di accendere la miccia del bullismo, un fenomeno ormai dilagante, da non trascurare.

Non sono pochi i fatti di cronaca che parlano di episodi di bullismo tra le mura scolastiche e quando ciò accade ecco che la scuola diventa il luogo più ostile.

Nella nostra scuola non ci sono bulli, tuttavia di tanto in tanto si verificano fatti parecchio strani che ci fanno riflettere.

Adesso vi spieghiamo meglio: sono stati ritrovati libri con pagine strappate, banchi scarabocchiati e pasticciati…

Questi episodi, anche se isolati, ci fanno molto arrabbiare ma allo stesso tempo ci offrono lo spunto per discuterne in classe e analizzarne le possibili cause.

Sicurezza scolastica significa anche sicurezza emotiva, nel senso che la scuola deve fare in modo che gli studenti si sentano accolti, aiutati, capiti da chi si prende cura di loro.

In conclusione possiamo dire che la scuola perfetta è quella dove regna il benessere…

 

Giulia F., Miryam, Marilisa, VC

 “San G. Bosco, Isernia”

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone