Parole che legano a brutti ricordi…

PAROLE CHE LEGANO A BRUTTI RICORDI…
TUTTI ABBIAMO ALMENO UNA PAROLA CHE CI LEGA A DEI BRUTTI RICORDI!
ECCO, BENE… IO NE HO DUE, CHE ANCHE SE POSSONO SEMBRARE BIZZARRE PER ME SONO MOLTO SIGNIFICATIVE.
CERTE VOLTE, NOMINANDOLE, MI APPAIONO DEI FLASH BACK CHE MI RIPORTANO IN QUALCHE MODO A DEI MOMENTI PRECISI.
LA PRIMA PAROLA E’ MINESTRONE; NON MI RICORDO UN GRANCHE’, PIU’ CHE ALTRO ME LO HANNO RACCONTATO I MIEI GENITORI:AVEVO CIRCA TRE ANNI E MEZZO, MIA MAMMA AVAVA APPENA PREPARATO IL MINESTRONE, IO INVECE STAVO GIOCANDO…
INCOSCIENTE DI QUELLO CHE MI SAREBBE SUCCESSO, RAGGIUNSI LA CUCINA, MI AGGRAPPAI ALLA MANIGLIA DI UN CASSETTO E MI MISI IN PIEDI, MIA MADRE NON FECE IN TEMPO A GIRARSI CHE AFFERRAI IL CONTENITORE CON IL MINESTRONE (BOLLENTE) E ME LO ROVESCIAI TUTTO ADDOSSO.
NON OSO NEANCHE RICORDARE QUEL GIORNO!
ANDAMMO DI CORSA AL PRONTO SOCCORSO E IL MEDICO CI DISSE CHE DOVEVO METTERE UNA CREMA DALL’ODORE RIVOLTANTE, CHE SE SOLO ORA CI PENSO MI VIENE IL VOLTASTOMACO!
INVECE LA SECONDA PAROLA E’ MEDUSA.
IO HO SEMPRE AVUTO IL TERRORE DELLE MEDUSE O DI QUALSIASI ALTRO PESCE CHE TI POSSA FARE DEL MALE, MA QUEL GIORNO NON SOLO MI SONO SPAVENTATA, HO FATTO ANCHE UNA BELLISSIMA FIGURACCIA…
MI RICORDO CHE ERA UNA GIORNATA AFOSA E CI VOLEVA PROPRIO UN BEL BAGNO, COSI’ M’ INCAMMINAI VERSO LA RIVA.
POI, TUTTO AD UN TRATTO, VIDI UN SIGNORE PRECIPITARSI ALL’OMBRELLONE DEL BAGNINO, DICENDO DI ESSERE STATO PUNTO DA UNA MEDUSA, IO ENTRAI IN PANICO, NON SAPEVO COSA FARE… O RISCHIAVO DI ESSERE PUNTA ANCHE IO O RESTAVO SOTTO L’OMBRELLONE A MORIRE DAL CALDO.
ALLA FINE DECISI DI METTERMI UN PAIO DI LEGGINS ED ENTRARE IN ACQUA; TUTTI MI GUARDAVANO MALE MA IO LI IGNORAVO DEL TUTTO.
ERO UN DISASTRO DA PICCOLA!!!
AURORA SCARSELLA 2^B IC ALBERTO SORDI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone