Istituto Comprensivo Roiano Gretta di Trieste

Docente responsabile Paola Forte

QUEL GIORNO IN CUI MI RITROVAI CON LA MIA AMICA IN UNA GROTTA IN RIVA AL MARE E…….

Un giorno mio papà mi aveva detto: „ Figliolamia, io da piccolo avevo una grande barca e mi divertivo molto con mio papà a vedere i pesci che saltavano in acqua, mentre io ero sulla barca“.
Però quando mio papà si ammalò non potevo più andare in barca allora l’abbiamo vista nascosta dentro la porta del nostro giardino. Mio papà mi aveva convinta: ero pronta per navigare!
Il papà non mi lasciava andare da sola e allora chiamò una mia amica: Jill, è italo- olandese. Il giorno dopo ci siamo svegliati alle tre di mattina, pronti per imbarcarci.
Ci siamo presi delle scorte di cibo e delle sdraio. Jill era contentissima come me.
Salutammo mio papà e partimmo per l’avventura. Io ero al timone, invece Jill prendeva sole. I pesci che guizzavano nell’acqua erano carinissimi, gli uccellini facevano un suino tranquillo che faceva chiudere gli occhi. Eravamo arrivate in una spiaggia dove c’era una grotta. Io dissi a Jill: „Non ti sembra strano che in una spiaggia ci sia una grotta?“. E Jill mi rispose: „E‘ vero, è molto strano.“
Era ora di pranzo e quindi ci fermavamo a pranzare davanti alla grotta.
Avevamo mangiato: le mele, meloni, noci di cocco e ananas.
Dopo aver mangiato abbiamo fatto un pisolino, con tutto quel sole che avevamo preso in barca eravamo stanchissime.
Appena ci siamo svegliate siamo andate ad esplorare la grotta: era piena di ragni ed insetti che facevano paura. Eravamo alla fine della grotta e ad un certo punto un orso ci rincorreva dietro. Noi correvamo a gambe levate e per fortuna siamo uscite dalla grotta sane e salve.
Salivamo sulla barca e tornavamo a casa, perché mio papà entro le cinque del pomeriggio ci voleva a casa. A casa eravamo arrivate e avevamo festeggiato tutti assieme.

S.D.C. IVC

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone