IC Sinopoli Roma

Docenti responsabili Chiara Gurrieri, Massimiliano Iannitti, Patrizia Dorigo

Facciamo un paragone…

Tra la scuola francese e quella italiana ci sono varie differenze, come per esempio il fatto che la scuola francese si basa su valori laici che, anche dopo vari rinnovamenti e riforme, sono sempre tenuti in grande considerazione.
Come in Italia, l’istruzione è obbligatoria dai sei ai sedici anni; lì i bambini frequentano la materna fino ai sei anni, poi si passa alle elementari fino agli undici anni.
Quella che per noi è la scuola media, in Francia viene chiamato collège e ha quattro anni al posto di tre. Viene frequentato fino ai quattordici-quindici anni, dopo di che si passa alle varie specializzazioni per scegliere il successivo corso di studi, ovvero il liceo, che in Francia dura tre anni mentre in Italia cinque.
Le nostre vacanze estive durano tre mesi, in Francia invece ogni sei-sette settimane di scuola ce ne sono due libere.
Parlando invece di vacanze invernali, noi abbiamo le feste di Natale, mentre in Francia hanno “le petites vacances”, utilizzate dai Francesi per gli sport invernali.
Per evitare che troppe persone durante questo periodo si ritrovino tutte nello stesso posto, la nazione si divide in due fasce, A e B, per avere un’alternanza nelle festività.
Tra la scuola francese e quella italiana, ci sono molte differenze, soprattutto parlando di vacanze, ma non sarebbe affatto male provare un altro tipo di scuola, orario, vacanze…

GIULIA PANDOLFINI PRIMA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dalla redazione: