Dottor Strange: quando la magia incontra l’universo Marvel

Per il Dottor Strange la vita è finita quando un incidente in auto gli ferisce le mani, che restano in preda a un tremore incontrollabile. Lascia così il suo lavoro da chirurgo e cerca di andare in Nepal, dove il capo di una scuola di maghi gli insegna a “plasmare” la magia e, così sembra, curare malattie che i comuni mortali non sarebbero in grado di risolvere. Intanto il malvagio stregone Kaecilius e i suoi zeloti irrompono nel complesso di Kamar-Taj e uccidono il bibliotecario del luogo, custode di libri antichi e misteriosi. Il gruppo ruba alcune pagine di uno dei libri proibiti dell’Antico, un potente stregone immortale che insegna le arti mistiche ai suoi allievi, tra cui lo stesso Kaecilius. L’Antico insegue i traditori, ma Kaecilius riesce a fuggire portando con sé alcune pagine del volume magico. Il nostro dottore (nome con cui lo chiamano tutti i personaggi della storia) arriva nella “scuola” di magia dell’Antico, che farà entrare Strange a contatto con gli infiniti universi che formano il ciclo vitale del Karma. Intanto Kaecilius esegue un rituale antichissimo che permette di evocare Dormammu della Dimensione Oscura, dove il tempo non esiste e tutti possono vivere in eterno. Strange dovrà battersi contro Kaecilius e Dormammu per impedire la distruzione della Terra e del Sistema Solare. Un gran bel film sul supereroe mistico per eccellenza dell’universo Marvel. Nel cast del film vanno segnalati il sempre bravo Benedict Cumberbatch, che interpretata il protagonista, Chiwetel Ejiofor (ovvero Karl Mordo), Rachel McAdams nei panni di Christine Palmer e la camaleontica Tilda Swilton, che recita nelle mistiche vesti dell’Antico. Da provare.
Leonardo Fattori 2D

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone