La La Land, il film dell’anno

“La La Land” è un film del 2016, per la regia di Damien Chazelle, che è uscito in Italia nel gennaio del 2017 ed è stato candidato a molti premi, tra cui 14 solo agli Oscar. Il film, pur essendo un musical, un genere cinematografico molto amato negli Stati Uniti ma di cui non si può dire lo stesso in Italia, è comunque fruibile a tutti, amanti o non del genere. Infatti il modo con cui viene raccontata la storia è meraviglioso e sognante, e il film riesce a far appassionare ogni spettatore solamente con le meravigliose musiche e le coreografie, senza togliere nulla alle incredibili recitazioni. Specialmente Emma Stone, la protagonista femminile, è stata a mio parere bravissima, in grado per tutto il film di cantare, recitare e ballare straordinariamente, senze neppure una piccola sbavatura.
La pellicola racconta le vicende di due sconosciuti: la prima, Mia, interpretata come già detto da Emma Stone, è una ragazza dura, anche se apparentemente può sembrare una campagnola imbranata e sfortunata, che però ha un cuore d’oro e porta con sé un sogno: sfondare nel teatro come attrice, ma non riuscendoci e passando da provino a provino, senza mai essere considerata, lavora nel mentre in uno sconosciuto bar della periferia di Los Angeles, dove anche lì è oscurata e ignorata. Il secondo, invece, è Sebastian, interpretato da Ryan Gosling, che interpreta un musicista che vuole rivoluzionare il jazz, ma che, come gli viene fatto anche notare innumerevoli volte, non riesce a staccarsi dal jazz del passato. I due protagonisti si incontreranno numerose volte dopo mesi, intraprendendo discussioni sulla Hollywood dei loro sogni, circondati nel frattempo da musiche movimentate e surreali e da una fotografia solare, che vuole in qualche modo mostrarci Los Angeles come la città dei sogni. E nell’arco di un’intero anno Mia e Sebastian si innamoreranno e decideranno di voler aprire un club insieme, dove magari i loro sogni si sarebbero realmente avverati. Ma saranno accompagnati anche da disavventure, sia in amore che nelle loro passioni, che li faranno pentire delle loro scelte, almeno fino a quando cambierà tutto.
“La La Land” mi è piaciuto davvero tantissimo, e questa cosa, detta da una persona che detesta con tutto se stesso i film musicali, è da prendere come un consiglio: vale davvero la pena andarlo a vedere.
Edoardo Merlini 2E

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone