Scuola Secondaria di Primo Grado "Puccini" di Firenze

Docente responsabile Paolo Boschi

Nel mondo di Clash Royale

Clash Royale è un gioco della Supercell ed è simile a Clash of Clans. Questo gioco, che ha avuto un grande successo tra i ragazzi e anche tra gli adulti, funziona cosi: appena lo cominci ti ritrovi nel “campo di prova”, che sarebbe un luogo virtuale per provare a giocare dove ci sono i maestri con cui puoi fare battaglie. Le battaglie funzionano cosi: tu, aprendo vari tipi di baule – di legno, di argento, di oro, e più rari (magico e supermagico) e rarissimi (epico e leggendario), puoi trovarci delle carte (da tre fino a 680). Le carte sono tantissime e ognuna ha il suo potere e un attacco diverso: comuni;rare, epiche e leggendarie, di cui un esempio la scintilla, una carta molto forte, che spara colpi energetici che fanno un danno enorme.
Clash Royale si sviluppa in nove arene complessive: lo stadio Gobelin, il pozzo delle ossa, l’arena dei barbari, la casa dei giochi di Pekka, la valle degli incantesimi, l’arena dei costruttori, la Royale Arena, il picco ghiacciato e l’arena leggendaria. Per passare da un’arena all’altra ci sono le coppe che si guadagnano in battaglia. In battaglia se vinci, guadagni al massimo tre corone o anche meno. Nelle battaglie devi distruggere le torri del re avversario, ma se distruggi quella centrale vengono autodistrutte tutte e tre. E per mettere le carte hai una barra di elisir che arriva fino a dieci e ogni carta ha il suo costo.
È un gioco complesso, insomma, comunque mi piace molto e lo consigli tanto.
Andrea Caneschi 1E

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone