AUGURI EUROPA! “9 Maggio Festa dell’Europa”

Dopo la Seconda Guerra Mondiale gli stati europei cercavano di affrontare la situazione devastante che questa aveva creato. Il 9 maggio 1950 Robert Schuman, ministro degli esteri della Francia, pronunciò un discorso che pose le basi dell’UE: la “Dichiarazione Schuman”. Questa poneva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), i cui membri avrebbero messo in comune le produzioni di queste materie prime. La Comunità aveva lo scopo di impedire il ripetersi di un simile conflitto e avrebbe fatto sì che una guerra tra Francia e Germania, storicamente rivali, diventasse -per citare Robert Schuman- “Non solo impensabile, ma materialmente impossibile”. L’obiettivo era quello di mettere in comune gli interessi economici, al fine di innalzare la qualità della vita e di giungere ad un’Europa più unita. Il 9 maggio si è celebrato in tutti gli Stati membri come giornata dell’Europa, in ricordo di questa dichiarazione. A seguito di una riunione avvenuta a Milano tra i capi di Stato e di governo, si decise di dedicare questa giornata alla Festa dell’Europa: un evento di informazione, orientamento e discussione sulle tematiche dell’UE, con attività di particolare contenuto culturale ed educativo. Quest’anno la Festa dell’Europa si inquadra nelle celebrazioni dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma. Tra le iniziative promosse per celebrare la giornata, il Dipartimento per le politiche europee ha realizzato la campagna di comunicazione “Festa dell’Europa 2017” per sensibilizzare la cittadinanza sui valori dell’appartenenza all’Unione Europea. La Festa dell’Europa funge da collante per i vari Paesi, i quali in questo giorno possono rivivere i valori e gli obiettivi che da sempre hanno caratterizzato e infiammato gli animi di coloro che si sono prodigati per giungere alla formazione dell’Unione. Purtroppo, al giorno d’oggi, questi valori sono stati accantonati in un angolo, per lasciar spazio ad ideali egoistici e nazionalistici acquisiti dai governanti, al fine di accrescere la potenza economica e politica delle proprie Nazioni. La nascita dell’Europa ha permesso di abbattere tutte le barriere, materiali ed ideologiche. Dopo la caduta del muro di Berlino, infatti, sono crollati anche gli ideali tradizionalistici che infiammavano gli animi degli europei prima del 1950, per lasciare spazio ai valori di dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, Stato di diritto e rispetto dei diritti umani, tipici della comunità europea. Bisognerebbe pubblicizzare maggiormente la giornata dedicata alla Festa dell’Unione Europea, per poter trasmettere e per riuscire a mantenere in vita questi valori anche tra le generazioni future.

di Consilvio Linda, De Pasquale Camilla, Fossaceca Chiara, Scarano Raffaella e Vasile Jessica classe IV A Liceo delle Scienze Applicate

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone