Scuola Secondaria di Primo Grado "Puccini" di Firenze

Docente responsabile Paolo Boschi

I social network… antisociali

Sembrerà una contraddizione, eppure i cosiddetti “ social network” non sono affatto “ social”, anzi spesso portano all’isolamento degli utenti che ne fanno uso. Lo conferma una ricerca pubblicata sulla rivista specializzata “American Journal of Preventive medicine”, che spiega che più tempo si passa sui social, più si rischia di emarginarsi. Ma in Giappone hanno trovato “ la cura”, ovvero Real Appeal: si tratta di un’applicazione che serve per affittare amici, i Fake Friend, con i quali scattare foto e fare selfie da postare sui propri profili.
È stata la Family Romance a lanciare questo affitto di falsi amici. E per affitto s’intende proprio andare in un negozio, sfogliare un catalogo e scegliere il nostro Fake Friend in base ai nostri gusti e quindi anche scegliere il sesso, l’età e lo stile che deve avere. Con circa 32 euro è possibile il noleggio per un’ora e gli affari vanno bene. Essi possono essere usati per fare numero ad una festa o per scattare foto per far ingelosire altri, o anche per dare un rilancio alla propria vita sociale.
E questa moda non è diffusa solo in Giappone: in questo sito possono accedere persone da tutto il mondo, anche noi italiani! Anzi, si possono cercare amici anche vicino alla nostra località per i vari scopi: feste, giochi, fotografie, gite… e proprio per esse esiste il Rent a local friend, un falso amico preso in affitto per guidarci nelle città e scoprirne i segreti.
Questo prova quanto i social ci possano isolare, portandoci a non avere amici e ciò è molto triste. Oggi le persone pensano solo all’immagine, non curandosi degli altri e senza volerli nemmeno conoscere veramente. Si dovrebbe avere il coraggio di cercare amici veri e non nascondersi dietro a quelli falsi.
Anna Pasquini & Viola Maestri 3C

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone