GIORNATA DELLE SCIENZE. SECONDA EDIZIONE PER L’ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO N. SCARANO.

 

 

Sabato 3 giugno all’Istituto omnicomprensivo “N. Scarano” di Trivento si è svolta la seconda edizione della Giornata delle scienze, manifestazione conclusiva del progetto di divulgazione scientifica, coordinato dalla prof.ssa Paola Pinelli e svolto durante l’anno in continuità tra i vari ordini di scuola, dall’Infanzia al Liceo.

L’iniziativa, nata lo scorso anno nella scuola secondaria di primo grado e finalizzata alla promozione e valorizzazione della cultura scientifica e tecnologica, ha rappresentato per gli studenti una importante occasione per appassionarsi alla scienza e toccarla con mano in modo divertente e creativo.

Tanti gli argomenti trattati dagli studenti partecipanti, scelti in relazione al proprio percorso di apprendimento, come flora e fauna, biologia, elettricità ed elettronica, robotica, scienze degli alimenti, invenzioni e innovazione, energia e spazio, informatica e tanto altro. Il tutto realizzato attraverso mostre, esposizioni di cartelloni, infografiche, plastici, tavoli tematici.

L’evento è stato arricchito dalla presenza della Dirigente professoressa Maria Maddalena Chimisso, dal sindaco Domenico Santorelli e da tantissimi genitori, nonni e amici, ai quali gli alunni partecipanti hanno mostrato, con orgoglio, i loro progetti e le loro esperienze.

Oltre alla possibilità di constatare come davvero “l’unione faccia la forza”, l’aspetto più bello della giornata è stato quello di vedere sui volti di tutti grande entusiasmo e tanta soddisfazione per il lavoro svolto e i risultati raggiunti. 

Vivo apprezzamento è stato espresso dalla Dirigente per l’importante valore formativo del progetto. “Io credo fortemente -questo il suo commento-  nella scuola che non è solo la lezione all’interno delle aule scolastiche. Quest’anno, aiutata da un gruppo di docenti fortemente motivati e volenterosi, abbiamo tentato di allargare gli orizzonti dei nostri studenti sviluppando attività, che vanno dall’approfondimento scientifico, all’inclusione dei ragazzi con difficoltà, allo sviluppo delle competenze digitali, che potenziano il loro apprendimento e li proiettano verso il futuro”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone