IC Sinopoli Roma

Docenti responsabili Chiara Gurrieri, Massimiliano Iannitti, Patrizia Dorigo

INTERVISTA ALLA PROFESSORESSA LUCIANA GUERRIERI

La professoressa Luciana Guerrieri è  la nonna di una nostra compagna  ed è un’ iconografa,  che abbiamo avuto il piacere di  intervistare, nella nostra aula,  il 20 febbraio scorso.

Durante l’incontro,  ci  ha descritto il procedimento per la creazione di una icona:

-si prende una tavola di legno massello con sopra la colla di pelle di coniglio

-si incolla sulla tavola di legno una tela di lino

– si applicano sopra vari strati di una pasta chiamata “levkas” (un preparato costituito da colla, gesso e olio di semi di lino)

-si fa il disegno su un foglio “da ingegnere”

-si incide la raffigurazione sul legno

-si riempie d’acqua e colore l’incisione e poi  si lascia asciugare.

La professoressa ha gentilmente risposto alle nostre domande sia sul libro da lei scritto,  intitolato “OI BIZANTINOI”, che sull’iconografia:

Da dove ha preso l’ ispirazione per scrivere il suo libro?

Non è stata ispirazione ma esigenza spirituale,  perché molti iconografi italiani  non sanno realmente  da dove nasca l’icona.

Perché ha voluto scrivere un libro proprio su quell’epoca?

Ho voluto scrivere sull’epoca bizantina per trasmettere le mie conoscenze in materia ai miei alunni.

Come è nata la sua passione per l’arte?

La  passione per l’arte mi è stata trasmessa da mia madre, che dipingeva ad olio.

E’ stato difficile raccogliere le informazioni per scrivere il suo libro?

Ho dovuto studiare circa trenta libri, di carattere storico ed artistico.

C’è qualche altra civiltà che le    interessa particolarmente?

Mi interessano tutte le altre civiltà che hanno segnato lo sviluppo delle icone.

Ha intenzione di scrivere altri libri sulla storia dell’arte?

Non ho programmato di scrivere un altro libro, ma nel caso lo facessi,  mi piacerebbe parlare dell’ importanza di avere un nome e quindi dell’ identità di ognuno di noi.

Ringraziamo la professoressa per aver risposto alle nostre domande con pazienza e disponibilità.

Le facciamo anche i complimenti per aver reso così interessante il suo argomento.

CLASSE PRIMA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Dalla redazione: