I robot che svolgono i lavori umani devono pagare le tasse…

Bill Gates, il fondatore di Microsoft, ha avuto l’idea di far svolgere ai robot i lavori umani. Gates entra in modo diretto nel dibattito corrente dell’arrivo dei robot nelle fabbriche a svantaggio degli uomini, che perdono così il posto di lavoro. Secondo alcune ricerche, otto milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti e 15 milioni in Germania sono in pericolo di robotizzazione. C’è anche il rischio che l’introduzione dei robot possa aumentare la differenza fra ricchi e poveri. L’idea dell’Unione Europea è quella di far pagare le tasse ai robot per sostenere i disoccupati: l’idea è stata però bocciata dal Parlamento europeo. La stessa idea è riproposta da Gates, che annuncia di voler tassare il reddito di un robot analogamente a quello di un uomo. L’uso dei robot, inoltre, può liberare un numero di persone per altri lavori che possono essere svolti solo da esseri umani. I robot potrebbero pagare tasse più basse di quelle umane, ma dovrebbero comunque pagarle. Secondo James McKinsey, il fondatore della multinazionale McKinsley & Company, il 5% dei lavori è in fase di robotizzazione. I robot possono essere utilizzati anche per luoghi diversi dalle fabbriche: a San Francisco ha aperto il Cafè X, dove il lavoro è svolto interamente dalle macchine e i prezzi sono più bassi: si tratta della prima caffetteria robotica di tutti gli Stati Uniti!
Francesco Cosenza – Classe 1G

(150328) — BOAO, March 28, 2015 (Xinhua) — The Bill & Melinda Gates Foundation Co-Chair Bill Gates receives an interview with China’s Xinhua News Agency on the sidelines of the 2015 Boao Forum for Asia (BFA) in Boao, south China’s Hainan Province, March 28, 2015. (Xinhua/Zhao Yingquan)(mcg)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone