Ecco come cambia il cervello quando impariamo

Un gruppo di ricercatori italiani dell’Istituto Italiano di Tecnologia ha descritto per la prima volta la struttura delle sinapsi, cioè i punti di contatto tra due cellule nervose.
Grazie a tecniche di microscopia ottica, i ricercatori hanno osservato in che modo le connessioni nervose si modificano mentre “impariamo” qualcosa: questo processo produce un aumento delle dimensioni della sinapsi e un cambiamento della loro struttura interna. Oltre a tutto ciò, hanno osservato che nell’apprendimento avviene una delocalizzazione che dà stabilità strutturale e funzionale alle sinapsi favorendo il processo di apprendimento e di memorizzazione.
Il neuroscienziato Andrea Barberis ha definito l’importanza della scoperta in questo termini:”La sinapsi è stata considerata per lungo tempo un’entità indivisibile, così come l’atomo è stato creduto essere l’unità fondamentale della materia.”
La scoperta è stata possibile grazie alla collaborazione di un gruppo di neuroscienziati insieme ad un team di nanofisici con a capo Francesca Cella. Grazie a questa rivelazione sarà molto piu facile trovare una cura a malattie come l’autismo e l’epilessia.
Greta Bacconi – Classe 3D

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone