Scuola Secondaria di Primo Grado "Puccini" di Firenze

Docente responsabile Paolo Boschi

Giove e Saturno, i protettori del Sistema Solare

E se un enorme asteroide si schiantasse sulla Terra? Cosa accadrebbe? Sicuramente una catastrofe. Eppure questo non può succedere. Perché? Tutto merito dei due guardiani del Sistema solare, i due giganti gassosi: Giove e Saturno. Questi pianeti del nostro Sistema Solare, infatti, dirottano la traiettoria degli oggetti più pericolosi, “rilanciandoli” nello spazio. Inizialmente si credeva che solo Giove fosse il nostro “protettore”, ma uno studio di Kevin Grazier conferma che anche Saturno ha un ruolo fondamentale per la deviazione dei corpi celesti. Questo scienziato ha studiato a lungo le teorie del dirottamento di Wetherill, che aveva fatto importanti ricerche al computer sulle orbite dei pianeti, da cui aveva dedotto il dirottamento degli asteroidi da parte del pianeta più grande pianeta del nostro Sistema Solare. Non era però del tutto convinto che Saturno, di stazza simile a Giove, non contribuisse alla deviazione. Grazier ha, allora, simulato un piccolo modello della “fascia di universo” di questi pianeti, su cui ha poi mandato una pioggia di asteroidi e comete. Ha poi ripetuto l’esperimento eliminando prima l’uno, poi l’altro corpo celeste. Ha così verificato che la sola azione di Giove non basta e che per “cacciare” i corpi celesti estranei servono entrambi i pianeti. Pare che l’azione del pianeta gigante sia servita soprattutto allo sviluppo della vita sulla Terra, poiché Giove permette ad asteroidi e comete di rilasciare acqua e altri composti chimici necessari allo sviluppo della vita sul nostro pianeta, una scoperta davvero importante! La presenza di questi “guardiani” è allora davvero fondamentale per la vita, ma ci sono molte caratteristiche necessarie prima che questa si sviluppi, ad esempio stare nella cosiddetta fascia di abitabilità, cioè a una giusta distanza dal Sole. La cosa importante da capire, adesso, è se, poiché nel nostro pianeta ci sono esseri viventi, siamo davvero “speciali” e unici nell’universo, o semplicemente mediocri. Ma nel frattempo possiamo stare tranquilli: nessun corpo celeste-non-identificato ci piomberà in testa, grazie all’efficiente lavoro di Giove e Saturno.
Viola Maestri – Classe 3C

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone