Tanti auguri America

Da 241 anni esiste un giorno in cui ogni americano si ferma a commemorare la propria patria, in cui non c’è giardino senza la bandiera a stelle e strisce, in cui non c’è spazio dove non si senta odore di barbecue acceso o non si vedano il blu, bianco e rosso. Stiamo parlando del più che famoso ‘The Fourth of July’ o ‘Independence Day’, festeggiato ogni 4 luglio in tutti gli Stati Uniti.
L’Independence Day rappresenta un momento di riunione per le famiglie, che si raccolgono in picnic e barbecue, mostrando molta enfasi per la tradizionale festa della libertà. Le attività, in accordo con il giorno, includono gare di abbuffate di hot dog- tra cui la più frequentata è la ‘Nathan’s Famous Hot Dog Eating Contest’-, eventi sportivi come partite di baseball, tiro alla fune o corsa a tre gambe.
Tanti americani sfoggiano il loro orgoglio nazionale tramite la bandiera o indossandone i colori. L’esercito dà il suo tradizionale saluto al vessillo a stelle e strisce con 50 colpi di fucile, uno per ogni Stato americano. Il cielo è colorato dai ben noti ‘fireworks’ o fuochi d’artificio, mentre a terra si partecipa ai ‘bonfires’ o falò, spesso accompagnati dalle note di una canzone patriottica. Tra le molte suggerite dalla patriotic list, al numero uno si colloca ‘America’ di Waylon Jennings: un grido che chiama a raccolta tutti gli americani, indubbiamente la più adatta per questa celebrazione.
Il punto di forza del 4 luglio sono le parate. Comunque sia il tempo, dalla piccola cittadina alle grandi metropoli, le strade sono piene di cavalli, unità militari, carri, cheerleaders e bande che marciano tra bandiere sventolanti. La ‘Bristol fourth of July Parade’, la più vecchia dell’Independence Day negli Stati Uniti, si tiene a Bristol.
Dietro i fuochi d’artificio, le parate e le abbuffate, c’è però il desiderio di esprimere grazie a tutti coloro che si sono battuti per la libertà dell’America e che alla fine, in quel lontano 4 luglio del 1776, hanno trionfato. In ogni cuore americano palpita il patriottismo, l’orgoglio per la vittoria e la gioia donata dall’essere liberi. L’America non ha dimenticato la battaglia, le vite perse né la forza dei propri soldati. E ogni 4 di luglio tutto ciò che è perso o vinto riceve un tributo, attraverso parate, fuochi d’artificio, barbecue o partite di baseball. Del resto, it’s America’s birthday.

 

di Chiara Freddi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone