Scoperti i 100 geni responsabili dei ricordi

“È uno dei primi risultati ottenuti in un nuovo campo di ricerca, detto ‘la genetica per immagini’, che mette in relazione le variazioni dei geni con quelle anatomiche e delle funzioni del cervello” ha detto Genevieve Konopka, una delle autrici della scoperta avvenuta nell’università di Southwestern. è proprio così: pare che grazie ad un gruppo di genetisti e neuroscienziati siamo riusciti a fare ancora una volta un passo avanti per quanto riguarda l’organo più misterioso che possediamo, il cervello. Si tratta del fatto che la memoria è racchiusa in poco più di 100 geni, identificati grazie alla correlazione tra i dati genetici e l’attività del cervello nel processo di elaborazione dei ricordi.
La ricerca aveva lo scopo di identificare geni importanti per alcune funzioni cognitive complesse, come ad esempio la memoria e l’apprendimento, partendo da una serie di studi precedenti e scoprendo, a seguito di tali studi, che in presenza di deficit cognitivi alcuni geni non funzionano normalmente.
Ad ogni modo, la Konopka sottolinea che per ultimare lo studio il prossimo passo sarà capire se la stessa espressione dei geni possa guidare la memoria o sia solo un semplice riflesso dell’attività cerebrale legata alla formazione dei ricordi.
Alice Jennifer Ruffo – Classe 2B

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone