Temporale – Poesia

Ti rotoli nel fango,
sfinita,
ormai rassegnata:
pensi che questa non è più vita.
Cade esplodendo
in mille gocce dense
di un vetro vermiglio
il tuo cuore ormai di ghiaccio,
che da sola non puoi più riscaldare.
Basta un battito di ciglia
e delle grida,
strozzate e aspre,
che bruciano nella gola:
lo stracciano nuovamente.
È una folata di vento di troppo
che sradica le radici
di quel piccolo fiore appassito
e ne spazza via i colori.

Ginevra Comanducci – Classe 3C

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone