Un mito chiamato Polaroid

Sono oramai passati settant’anni dalla prima versione della pellicola istantanea che cambiò la storia della fotografia. Era il 21 febbraio 1947, quando l’ingegnere Edwin Herbert Land registrò un brevetto che regalò a milioni di famiglie l’ebrezza della fotografia “cotta e mangiata”. La prima Polaroid era una macchina fotografica contenente una cartuccia con fogli fotosensibili; ad un minuto dallo scatto si poteva già osservare ciò che si era catturato. Non erano foto perfette, per la messa a fuoco e per i colori un po’ svisati, eppure tali colori ancora oggi sono stati ripresi da alcuni social network, tra quali Instagram, che non solo ha copiato il filtro vintage, ma anche il formato quadrato tipico delle polaroid.
Da sempre amata da ogni fotografo grazie alla possibilità di avere tutto sotto controllo senza coinvolgimento di esterni, la fotografia istantanea torna dopo 70 anni tra le nuove generazioni.
I giovani d’oggi hanno fretta e la fotocamera istantanea esaudisce il desiderio di vedere subito il proprio sguardo congelato in immagine, desiderio che non attende il display digitale.
Il revival ormai non è più dietro l’angolo, lo ha proprio svoltato. Non sono più solo le Polaroid ad occupare il mercato fotografico, si aggiungano sempre più marche, talvolta più economiche. Un esempio è la Fujifilm Instax, fotocamera istantanea di provenienza giapponese che può essere trovata su internet a prezzi convenienti che spaziano dai 70 ai 120 euro.
Alla vecchia fotografia istantanea si accosta la digitale creando modelli di macchine che permettono di modificare la propria foto prima di stamparla, come la Polaroid Snap (acquistabile online a 199 euro).
Da vere e proprie macchine fotografiche a piccole stampanti portatili bluetooth, si sta così espandendo il mercato della fotografia istantanea che ancora oggi attira tantissimi giovani. Addirittura pare che a Roma, grazie alla società Impossible Project, sarà rilanciata la Polaroid 600, un modello venduto all’inizio degli anni Ottanta che oggi verrà a costare 149 euro, compresa una garanzia di un anno. Siamo già nel 2017, eppure la Polaroid non vuole ancora saperne di tramontare.
Alessia Priori – Classe 1B

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone